Domanda disoccupazione Naspi docenti precari: quando spetta?

Pensione Quota 100 e Naspi

Sono una studentessa di Scienze della Formazione Primaria. Da dicembre 2017 ho lavorato con MESSA A DISPOSIZIONE (MAD) presso un Istituto comprensivo, effettuando varie supplenze brevi ( e con contratti staccati) sia nella scuola dell’Infanzia che nella scuola Primaria. Posso richiedere la disoccupazione? Come devo muovermi?
P.S Ho raggiunto 13 settimane di servizio contributive ( anche se con contratti staccati) da dicembre 2017 e i 30 gg di servizio nell’ultimo anno.

Precisando che la domanda di disoccupazione va presentata inderogabilmente entro 68 giorni dal termine dell’ultimo contratto di lavoro, per poter beneficiare della Naspi bisogna, inoltre, presentare all’INPS, nel momento che ci si trova disoccupati, l’immediata disponibilità al lavoro in via telematica, presentandosi successivamente al Cntro dell’Impiego per sottoscrivere il Patto di Servizio.

Se il suo ultimo contratto di lavoro (ovviamente se non prevede di averne altri prima del termine dell’anno scolastico) non è terminato più di 68 giorni fa, quindi, essendo in possesso delle 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti (non occorre che derivino da un unico contratto) ed avendo effettuato almeno 30 giorni di lavoro nei 12 mesi che hanno preceduto il licenziamento può, senza alcun dubbio presentare domanda di Naspi.

Per sapere come presentare domanda tramite il servizio supplenti.it può consultare l’articolo: Naspi 2018: come presentare domanda di disoccupazione con supplenti.it

L’articolo Domanda disoccupazione Naspi docenti precari: quando spetta? sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti