Docenti si ribellano a proteste di genitore per alunni stranieri a scuola

Gli studenti stranieri in questione sono regolari alunni dei corsi di italiano a cura dei Centri provinciali per l’istruzione degli adulti erogati, nella fattispecie, da una scuola intitolata a due bambini ebrei, figli del custode della sinagoga di Genova, deportati e uccisi ad Auschwitz nel dicembre 1943.

Le proteste del genitore scandalizzato sono state indirizzate direttamente agli apparati politici, scavalcando a piedi pari gli organi competenti (in primis il collegio dei docenti) delle istituzioni scolastiche. Ne è nato immediatamente un caso politico, con immediato additamento della scuola giudicata “colpevole“.

Il corpo docente proprio non ci sta e scrive immediatamente una relazione per spiegare i fatti, soprattutto l’irregolarità – questa sì – di essere stato scavalcato come Istituzione.

Avrebbe potuto e dovuto, come vorrebbe la prassi – è la spiegazione degli insegnanti riportata sul Fatto Quotidianorivolgersi alle figure sempre presenti e disponibili nella scuola per avere chiarimenti circa la presenza di queste persone straniere: il personale Ata, la referente di plesso, i docenti avrebbero potuto fugare qualsiasi dubbio e, anzi, avrebbero potuto invitare il genitore ad incontrare il maestro Giorgio Duò, storica figura della scuola e titolare del corso“. A questa dichiarazione fa eco un’altra: “Ma visti i tempi che corrono – dice una docente della scuola a ilfatto.itprobabilmente ha pensato di trovare maggior sensibilità nella politica“.

Come se non bastasse, i docenti hanno fatto notare che sarebbe stato sufficiente leggere “la descrizione, pubblicata sul sito, delle attività che si svolgono nella scuola o almeno ascoltare quanto viene descritto e spiegato nel corso degli Open Day“. Se ciò fosse avvenuto non avrebbe destato tanto stupore la presenza degli stranieri a scuola. Tuttavia, il collegio dei docenti si è detto basito dal fatto che “tutto ciò sia avvenuto in una scuola, luogo che è per definizione e Costituzione inclusivo, luogo in cui si insegna ai bambini a non fare distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali“.

Il fatto che quella scuola avesse dato seguito alle leggi razziali del ’38 mettendo in pratica un accesso separato per i bambini ebrei genovesi era stato considerato uno dei punti di forza per contestare la scelta del passato e consentire – appunto – l’istruzione agli stranieri. “Anche per questo – hanno rimarcato i docenti – ci pare significativo e al tempo stesso incoraggiante che proprio questo edificio sia ora sede di un corso di lingua Italiana per stranieri che accoglie e include tutti“.

L’articolo Docenti si ribellano a proteste di genitore per alunni stranieri a scuola sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Esami di Maturità 2020, De Cristofaro: stiamo lavorando per svolgerli in presenza

Commenti disabilitati su Esami di Maturità 2020, De Cristofaro: stiamo lavorando per svolgerli in presenza

Come spiegare il Coronavirus ai più piccoli? La Lumaca realizza una serie di videoclip

Commenti disabilitati su Come spiegare il Coronavirus ai più piccoli? La Lumaca realizza una serie di videoclip

Supplenze 2019/20: convocazioni, stipendio, completamento orario [VADEMECUM]

Commenti disabilitati su Supplenze 2019/20: convocazioni, stipendio, completamento orario [VADEMECUM]

Gissi (CISL): non si mettano in caricatura le nostre proposte sul reclutamento

Commenti disabilitati su Gissi (CISL): non si mettano in caricatura le nostre proposte sul reclutamento

Coronavirus, Toccafondi (Iv): studenti non possono scoprire a fine maggio come sarà esame, ci vuole chiarezza

Commenti disabilitati su Coronavirus, Toccafondi (Iv): studenti non possono scoprire a fine maggio come sarà esame, ci vuole chiarezza

PAS, sì di Bussetti. Sindacati firmatari dell’Intesa: adesso ci convochi per i dettagli

Commenti disabilitati su PAS, sì di Bussetti. Sindacati firmatari dell’Intesa: adesso ci convochi per i dettagli

In pensione con 61 e 63 anni di età: le strade percorribili

Commenti disabilitati su In pensione con 61 e 63 anni di età: le strade percorribili

Scuole paritarie, Binetti (Udc): sulla loro salvaguardia Governo tace

Commenti disabilitati su Scuole paritarie, Binetti (Udc): sulla loro salvaguardia Governo tace

Prove Invalsi Maturità, Fioramonti: obbligo rimane, PD e Italia Viva contro la cancellazione

Commenti disabilitati su Prove Invalsi Maturità, Fioramonti: obbligo rimane, PD e Italia Viva contro la cancellazione

Concorso di scrittura: domande docenti referenti entro il 13 gennaio 2020

Commenti disabilitati su Concorso di scrittura: domande docenti referenti entro il 13 gennaio 2020

Lettera al futuro Ministro dell’Istruzione

Commenti disabilitati su Lettera al futuro Ministro dell’Istruzione

Coronavirus, FdI presenta emendamento per detrazione rette scuole paritarie

Commenti disabilitati su Coronavirus, FdI presenta emendamento per detrazione rette scuole paritarie

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti