Docenti scuole paritarie: su decreto salvaprecari il Governo cambia linea

Il ripensamento del Governo sul punto, sollecitato dalle proteste delle paritarie e dalle pressioni del Quirinale e di varie forze politiche e sindacali, non può che essere apprezzato.

Anche se qualcuno ogni tanto se ne dimentica, le scuole paritarie fanno parte in modo irreversibile del sistema nazionale di istruzione, e questa caratteristica fondamentale dell’ordinamento scolastico italiano deve essere sempre rispettata.

In primo luogo chiediamo che, come “promesso” le procedure ordinaria e straordinaria di cui al DL n. 126/2019 vengano bandite entro il 2019.

Occorre inoltre al più presto garantire un sistema di idoneità/abilitazione all’insegnamento cui possano partecipare anche i neo laureati (e i docenti con meno di tre annualità di servizio) e che non sia “dipendente” dalle procedure bandite per la assunzione a tempo indeterminato nei ruoli dello Stato.

È necessario infine prevedere una norma flessibile, in deroga alla disciplina ordinaria dei tempi determinati, che permetta alle scuole paritarie di ricorrere ai rapporti di lavoro a termine per i docenti che ancora non sono messi in grado di partecipare a procedure abilitanti.

È fondamentale garantire ai giovani regole certe per poter esercitare la professione docente, al fine di assicurare qualità ed efficacia al sistema scolastico, cardine decisivo per il futuro del paese.

AGeSC

CdO Opere Educative

CNOS Scuola

CIOFS scuola

FAES

FIDAE

FISM

L’articolo Docenti scuole paritarie: su decreto salvaprecari il Governo cambia linea sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Sulla questione ITP il MIUR si è mosso male e in ritardo. Lettera

Commenti disabilitati su Sulla questione ITP il MIUR si è mosso male e in ritardo. Lettera

Concorso straordinario secondaria: ammessi specializzandi TFA sostegno

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria: ammessi specializzandi TFA sostegno

INPS, violati dati personali utenti: le misure dell’Autorità

Commenti disabilitati su INPS, violati dati personali utenti: le misure dell’Autorità

Aumenti stipendiali dei docenti, servono 1,4 miliardi

Commenti disabilitati su Aumenti stipendiali dei docenti, servono 1,4 miliardi

Immissioni in ruolo 2019/20, accetto o rinuncio? Le regole

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo 2019/20, accetto o rinuncio? Le regole

Bussetti: progetto Talmud unico al mondo

Commenti disabilitati su Bussetti: progetto Talmud unico al mondo

On. Frate: con questo decreto stabilizziamo finalmente i precari

Commenti disabilitati su On. Frate: con questo decreto stabilizziamo finalmente i precari

Didattica a distanza, tutte le info utili sull’inclusione. Alunni con disabilità, DSA e BED

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, tutte le info utili sull’inclusione. Alunni con disabilità, DSA e BED

Reintegrate maestre che non volevano addestrare all’Invalsi

Commenti disabilitati su Reintegrate maestre che non volevano addestrare all’Invalsi

Immissioni in ruolo. Azzolina firma il decreto: con la ‘chiamata veloce’ possibile l’accesso più rapido alla cattedra

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo. Azzolina firma il decreto: con la ‘chiamata veloce’ possibile l’accesso più rapido alla cattedra

Controlli e sanzioni sono garanzia di libertà. Lettera

Commenti disabilitati su Controlli e sanzioni sono garanzia di libertà. Lettera

Assunzioni 2019: docenti di ruolo che accettano una nomina, nessuna possibilità di congelare il “vecchio”ruolo

Commenti disabilitati su Assunzioni 2019: docenti di ruolo che accettano una nomina, nessuna possibilità di congelare il “vecchio”ruolo

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti