Docenti italiani: media 49 anni, 78% donne, 64% è formato su pedagogia e gestione della classe

Un rilevamento effettuato con l’obiettivo di acquisire informazioni, comparabili a livello internazionale, sulle pratiche didattiche dei docenti e sulla loro formazione e preparazione iniziale, sull’ambiente scolastico, l’innovazione, l’equità, le diversità.

In ciascuno dei 48 Paesi partecipanti è stata operata una selezione casuale di un campione di 200 scuole, rappresentativo di circa 4.000 insegnanti. In Italia sono stati coinvolti 3.612 docenti e 190 dirigenti scolasticidelle Scuole secondarie di I grado.

Di seguito i principali dati riferiti all’Italia
estratti dalla Nota Paese pubblicata dall’OCSE

Chi sono i dirigenti scolastici, gli insegnanti e gli studenti nelle loro classi oggi?

Secondo i dati raccolti e diffusi oggi, l’insegnamento è stata la professione individuata come prima scelta dal 65% dei docenti italiani e dal 67% nei Paesi OCSE.

In Italia, in media:

• i docenti hanno 49 anni (44 anni la media nei Paesi OCSE), i dirigenti scolastici 56 (52 anni nei Paesi OCSE);

• il 78% dei docenti e il 69% dei dirigenti scolastici è di sesso femminile (68% la percentuale media delle docenti e 47% quella delle dirigenti scolastiche nei Paesi OCSE);

• il 97% dei docenti concorda nel definire positive le relazioni tra studenti e insegnanti. Il 3% dei dirigenti scolastici segnala atti di bullismo tra i propri studenti, percentuale comunque inferiore alla media del 14% registrata negli altri Paesi;

• il 35% degli insegnanti lavora in scuole in cui almeno il 10% degli studenti ha un background migratorio (a fronte di una media OCSE del 17%). Il 94% dei dirigenti scolastici riferisce che i loro docenti ritengono che bambini e giovani debbano apprendere che le persone di culture diverse hanno molto in comune (media OCSE del 95%).

Quali pratiche sono utilizzate dagli insegnanti in classe?

Durante una lezione tipica, i docenti italiani dedicano il 78% del tempo in classe all’insegnamento e all’apprendimento, la stessa media degli altri Paesi della rilevazione.

In Italia, il 74% degli insegnanti valuta regolarmente i progressi degli studenti osservandoli e fornendo un riscontro immediato.

In generale, la stragrande maggioranza dei docenti e dei dirigenti scolastici considera i propri colleghi aperti al cambiamento e le proprie scuole come luoghi che hanno la capacità di adottare pratiche innovative.

Come sono formati i docenti e i dirigenti scolastici?

In Italia, il 64% degli insegnanti ha ricevuto una formazione iniziale su contenuti disciplinari, pedagogia e sulla gestione della classe (media dei Paesi OCSE 79%). Il 61% dei dirigenti scolastici italiani ha completato un programma o un corso di amministrazione scolastica o di formazione per dirigenti (a fronte di una media degli altri Paesi del 54%).

Partecipare alla formazione in servizio è comune tra insegnanti e dirigenti scolastici in Italia. Il 93% dei docenti(media OCSE 94%) e il 100% dei dirigenti scolastici (media OCSE 99%) ha frequentato almeno un’attività di sviluppo professionale nell’anno precedente all’indagine.

Nel nostro Paese l’81% dei docenti partecipa a corsi di formazione e seminari, mentre il 25% fruisce della formazione basata sull’apprendimento tra pari e sul coaching.

I docenti italiani sembrano soddisfatti della formazione ricevuta: l’84% riferisce un impatto positivo sulla propria pratica d’insegnamento, mostrando livelli più elevati di autoefficacia e soddisfazione lavorativa. La percentuale è superiore alla media dell’82% degli altri Paesi.

Le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC)

In media, il 47% degli insegnanti italiani consente “frequentemente” o “sempre” agli studenti di utilizzare le TIC per progetti o lavori in classe (53% la media OCSE).

In Italia, il 52% dei docenti ha riferito che “l’uso delle TIC per l’insegnamento” è stato incluso nella propria formazione, mentre il 36% si è sentito preparato per l’uso delle TIC per l’insegnamento al termine degli studi.

Il 68% dei docenti ha partecipato ad attività di sviluppo professionale incluso “uso delle TIC per l’insegnamento” nei 12 mesi precedenti l’indagine. La formazione sull’uso delle TIC è comunque il tema dello sviluppo professionale di cui gli insegnanti segnalano un forte bisogno: il 17% in Italia (18% media dei Paesi OCSE).

In media, in Italia, il 31% dei dirigenti scolastici riporta che la qualità dell’istruzione nella propria scuola è frenata da un’inadeguatezza della tecnologia digitale per la didattica (25% media dei Paesi OCSE TALIS).

L’articolo Docenti italiani: media 49 anni, 78% donne, 64% è formato su pedagogia e gestione della classe sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Franceschini: a maggio possibile apertura di musei e siti archeologici

Commenti disabilitati su Franceschini: a maggio possibile apertura di musei e siti archeologici

Coronavirus, chiuse tutte le scuole anche in Emilia Romagna. Misure dell’ordinanza

Commenti disabilitati su Coronavirus, chiuse tutte le scuole anche in Emilia Romagna. Misure dell’ordinanza

Concorso straordinario, 80 quesiti in 80 minuti. PSI: prova ha forma di gioco di società

Commenti disabilitati su Concorso straordinario, 80 quesiti in 80 minuti. PSI: prova ha forma di gioco di società

PAS, decreto sarà illustrato entro due-tre giorni. Concorsi entro fine 2019, 55mila posti per precari e neolaureati

Commenti disabilitati su PAS, decreto sarà illustrato entro due-tre giorni. Concorsi entro fine 2019, 55mila posti per precari e neolaureati

Bussetti “servono più insegnanti di sostegno”, ma anche continuità

Commenti disabilitati su Bussetti “servono più insegnanti di sostegno”, ma anche continuità

Concorso Dirigenti Scolastici, Preside con legge 104 torna nella propria regione. Prima sentenza di merito contro il Miur

Commenti disabilitati su Concorso Dirigenti Scolastici, Preside con legge 104 torna nella propria regione. Prima sentenza di merito contro il Miur

Pensioni flessibili dopo la quota 100: la ricetta Baretta

Commenti disabilitati su Pensioni flessibili dopo la quota 100: la ricetta Baretta

Coronavirus, esami e ammissione classe successiva, Gelmini: no promossi senza merito

Commenti disabilitati su Coronavirus, esami e ammissione classe successiva, Gelmini: no promossi senza merito

Ricostruzione carriera, Cassazione boccia valutazione preruolo scuole paritarie

Commenti disabilitati su Ricostruzione carriera, Cassazione boccia valutazione preruolo scuole paritarie

Mobilità, Docenti Immobilizzati: tutte le cattedre prima ai trasferimenti e poi ai ruoli

Commenti disabilitati su Mobilità, Docenti Immobilizzati: tutte le cattedre prima ai trasferimenti e poi ai ruoli

Docente con 3 anni di servizio dice no al concorso straordinario. Ecco perché. Lettera

Commenti disabilitati su Docente con 3 anni di servizio dice no al concorso straordinario. Ecco perché. Lettera

Decreto “cura Italia” e nota Minstero, Confal: si turnazione ATA, no congedi non retribuiti al 100%

Commenti disabilitati su Decreto “cura Italia” e nota Minstero, Confal: si turnazione ATA, no congedi non retribuiti al 100%

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti