Docenti di ruolo, anche neoassunti, possono accettare supplenza. Modalità

Cosa stabilisce l’art. 36

L’articolo, avente come oggetto “Contratti a tempo determinato per il personale in servizio” stabilisce quanto segue:

1. Ad integrazione di quanto previsto dall’art. 28, il personale docente può accettare, nell’ambito del comparto scuola, rapporti di lavoro a tempo determinato in un diverso ordine o grado d’istruzione, o per altra classe di concorso, purché di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede.

2. L’accettazione dell’incarico comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale assunto a tempo determinato, fatti salvi i diritti sindacali.

Ricordiamo che l’accettazione della supplenza (al 31 agosto o 30 giugno) non è a discrezione del Preside ma è un diritto di cui può usufruire il docente.

Tali articoli si riferiscono a tutti i docenti già assunti a tempo indeterminato nel proprio ruolo  che risultino anche inseriti nelle graduatorie provinciali/istituto degli aspiranti a supplenza, oppure presentino domanda di messa a disposizione.

È utile subito chiarire che per durata “non inferiore ad una anno scolastico” si deve intendere anche il posto al 30/6 senza quindi nessuna distinzione se sia disponibile o vacante.

L’ARAN ha avuto infatti modo di precisare con nota Prot. 1289 del 17 febbraio 2004 che:
“Gli artt. 33 e 58 [ora 36 e 59], nel riferirsi alla possibilità di accettare incarichi a tempo determinato purché di durata non inferiore ad un anno, hanno inteso tutelare, con quest’ultima espressione, esclusivamente 1 ‘integrità e la continuità dell’anno scolastico sotto il profilo didattico e amministrativo. Soddisfatte queste condizioni, non rileva, ai fini predetti, se il posto sia semplicemente disponibile o anche vacante”.

Pertanto, restano escluse dall’applicazione dell’art. 36 le supplenze brevi per sostituzione di personale temporaneamente assente (es. malattia o maternità) anche se fino al termine delle lezioni.

La supplenza può essere accettata per tre anni senza perdere la titolarità della sede di ruolo.

Immissioni in ruolo 2019/20, le nostre Faq: dalle graduatorie di assunzione alle nomine su sostegno

L’articolo Docenti di ruolo, anche neoassunti, possono accettare supplenza. Modalità sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Questa meravigliosa pausa didattica ignorata da molte scuole

Commenti disabilitati su Questa meravigliosa pausa didattica ignorata da molte scuole

Intercultura, da metà febbraio 21 seminari gratuiti per docenti sull’educazione alla mondialità

Commenti disabilitati su Intercultura, da metà febbraio 21 seminari gratuiti per docenti sull’educazione alla mondialità

Assemblee di istituto studenti: quando è obbligatoria la presenza del docente

Commenti disabilitati su Assemblee di istituto studenti: quando è obbligatoria la presenza del docente

Scrittura a mano, uno strumento di inclusione. “Le maestre corrono troppo”

Commenti disabilitati su Scrittura a mano, uno strumento di inclusione. “Le maestre corrono troppo”

Coronavirus, lettera ad un docente del futuro

Commenti disabilitati su Coronavirus, lettera ad un docente del futuro

Incontro Miur-sindacati, Snals: confermato sciopero, nessun impegno da parte del Ministro

Commenti disabilitati su Incontro Miur-sindacati, Snals: confermato sciopero, nessun impegno da parte del Ministro

ASP Vignola seleziona educatori prima infanzia. Scadenza 9/5

Commenti disabilitati su ASP Vignola seleziona educatori prima infanzia. Scadenza 9/5

Dal coding alla robotica, alla comunicazione in classe: 11 corsi GRATUITI di OrizzonteScuola

Commenti disabilitati su Dal coding alla robotica, alla comunicazione in classe: 11 corsi GRATUITI di OrizzonteScuola

Accusa malore in autobus mentre va a scuola: muore a 12 anni

Commenti disabilitati su Accusa malore in autobus mentre va a scuola: muore a 12 anni

Stefano Zecchi (filosofo): Prof palermitana drammatica e grottesca

Commenti disabilitati su Stefano Zecchi (filosofo): Prof palermitana drammatica e grottesca

XXIX Settimana della Cultura scientifica e tecnologica, dal 2 all’8 marzo

Commenti disabilitati su XXIX Settimana della Cultura scientifica e tecnologica, dal 2 all’8 marzo

Regionalizzazione, Cangemi (PCI): spaccherebbe scuola e Paese. Perché i testi sono segreti?

Commenti disabilitati su Regionalizzazione, Cangemi (PCI): spaccherebbe scuola e Paese. Perché i testi sono segreti?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti