Coronavirus, parlando si possono generare goccioline che restano nell’aria fino a 14 minuti

Un nuovo studio mostra come i droplets prodotti durante una normale conversazione potrebbero avere un ruolo nella trasmissione della malattia, soprattutto in ambienti chiusi

Leggi Tutto

Fonte Corriere.it – Salute

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti