Coronavirus, non è tempo che gli insegnanti dicano “quanto siamo bravi”, serve unità e solidarietà. Lettea

Letterainviata da Francesco Cutolo – Siamo in piena fase di “deglobalizzazione”: più questo virus si espande velocemente, più siamo costretti ad isolarci, a non muoverci riallungando le distanze che parevano a portata di un click.

L’articolo Coronavirus, non è tempo che gli insegnanti dicano “quanto siamo bravi”, serve unità e solidarietà. Lettea sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti