Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti”

Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti”

Commenti disabilitati su Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti”

La bomba all’idrogeno o bomba H, testata dalla Corea del Nord, è “un’arma potente che funziona come il sole, ovvero basandosi sullo stesso processo che avviene per la liberazione dell’energia solare, ed è molto più potente rispetto alla bomba atomica sganciata su Hiroshima poiché l’energia rilasciata è maggiore”. A chiarire all’Ansa la portata dell’ordigno nucleare utilizzato da Pyongyang è il fisico del Cnr Valerio Rossi Albertini, secondo cui, tuttavia, c’è anche “il rischio che si tratti solo di propaganda e che la Corea del Nord non abbia in realtà testato la bomba H ma utilizzato un ordigno convenzionale, sia pure molto più potente”. Il test, “cinque volte potente la bomba su Nagasaki” secondo Pyongyang, ha comunque generato una onda lunga di reazioni di molti leader mondiali Putin e Xi Jiping inclusi: le continue provocazioni di Kim Jong-un hanno fatto infuriare Donald Trump che in un tweet ha definito il paese uno “stato canaglia”

La bomba H, spiega il fisico, “utilizza una tecnologia diversa rispetto alla bomba atomica di Hiroshima, che si basa sulla stessa tecnologia delle centrali nucleari oggi in funzione: per la bomba che distrusse Hiroshima si utilizzano cioè due metalli pesanti, l’uranio e il plutonio, e l’energia rilasciata nell’esplosione è determinata dalla frammentazione, o fissione, dei nuclei degli atomi, da qui il nome di bomba a fissione nucleare. Al contrario, la bomba H funziona con un meccanismo opposto: non frammenta i nuclei dei metalli pesanti, ma aggrega i nuclei di elementi leggeri come è l’idrogeno sprigionando energia, da cui il nome di bomba a fusione nucleare”. La bomba H, sottolinea, “è molto più potente rispetto a quella nucleare ‘convenzionale’ di Hiroshima e utilizza lo stesso processo di fusione nucleare che avviene nel Sole, dove i nuclei degli atomi si fondono liberando energia solare”. Se un simile ordigno “di dimensioni convenzionali venisse sganciato per ipotesi su una città, distruggerebbe diversi quartieri, con effetti devastanti sul circondario“.

In realtà, la bomba H è già stata testata da varie potenze nucleari: la prima più grande, nota come bomba ‘Zar’, fu fatta esplodere in Russia nel 1961, e sono noti i test Usa sull‘isola di Bikini nel 1958 e quelli francesi di Mururoa negli anni ’80. Comunque, afferma Albertini, “se le esplosioni rilevate dimostrano che la Corea del Nord è in possesso di una tecnologia nucleare, ritengo non sia invece certo che l’ultima testata sia effettivamente una bomba all’idrogeno, e potrebbe anche trattarsi solo di propaganda”.

Infatti, precisa, “l’entità dell’esplosione e dei successivi terremoti registrati è compatibile anche con l’utilizzo di una bomba a fissione convenzionale ma di maggiore potenza rispetto a quella di Hiroshima, sempre ammesso che la Corea sia in possesso di materiale nucleare come plutonio e uranio”. Insomma, conclude l’esperto, “la potenza di deflagrazione dell’ultimo test di Pyongyang apre a due possibilità, essendo compatibile o con l’utilizzo di una bomba ‘convenzionale’ come quella utilizzata per Hiroshima ma di maggiore potenza, o con l’utilizzo di una bomba H ma di dimensioni limitate”.

L’articolo Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Commenti disabilitati su Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Nasa, scoperto un sistema planetario alieno: “Una nuova Terra? Non è più questione di se ma quando”

Commenti disabilitati su Nasa, scoperto un sistema planetario alieno: “Una nuova Terra? Non è più questione di se ma quando”

Alzheimer, scoperta l’origine in area che regola l’umore. “Importanti prospettive diagnostiche e terapeutiche”

Commenti disabilitati su Alzheimer, scoperta l’origine in area che regola l’umore. “Importanti prospettive diagnostiche e terapeutiche”

Alieni, ecco Fast il radiotelescopio più grande del mondo per cercare anche la vita extraterrestre

Commenti disabilitati su Alieni, ecco Fast il radiotelescopio più grande del mondo per cercare anche la vita extraterrestre

Cancro, Oms: “Tumori infantili +13% rispetto agli anni ‘80”. Tra ragioni diagnosi più precoci e predisposizione

Commenti disabilitati su Cancro, Oms: “Tumori infantili +13% rispetto agli anni ‘80”. Tra ragioni diagnosi più precoci e predisposizione

Salvataggio in Antartide, atterrato aereo in base Usa Amundsen-Scott

Commenti disabilitati su Salvataggio in Antartide, atterrato aereo in base Usa Amundsen-Scott

Sla, nel 2040 aumento dei malati pari al 32%. Le donne le più colpite

Commenti disabilitati su Sla, nel 2040 aumento dei malati pari al 32%. Le donne le più colpite

Regali di Natale, “empatia e concretezza i criteri per quelli perfetti”

Commenti disabilitati su Regali di Natale, “empatia e concretezza i criteri per quelli perfetti”

Trovato intatto dinosauro morto nel fango: ecco il Tongtianlong limosus

Commenti disabilitati su Trovato intatto dinosauro morto nel fango: ecco il Tongtianlong limosus

Notte di San Lorenzo, ecco i giorni in cui vedremo più stelle cadenti

Commenti disabilitati su Notte di San Lorenzo, ecco i giorni in cui vedremo più stelle cadenti

Zika, gli scienziati: “Rinviare le Olimpiadi di Rio” ma l’Oms: “Non ci sono motivi”

Commenti disabilitati su Zika, gli scienziati: “Rinviare le Olimpiadi di Rio” ma l’Oms: “Non ci sono motivi”

Alzheimer, “rischio tsunami neurologico, se non si adottano politiche adeguate”. Appello degli scienziati ai leader del G7

Commenti disabilitati su Alzheimer, “rischio tsunami neurologico, se non si adottano politiche adeguate”. Appello degli scienziati ai leader del G7

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti