COOPI risponde all’emergenza umanitaria sotto la minaccia di Boko Haram

 

Da luglio sono ripresi nell’Estremo Nord del Camerun gli attacchi del gruppo radicale islamista Boko Haram contro le popolazioni civili. Nonostante l’insicurezza, COOPI ha avviato due nuovi progetti sulla sicurezza alimentare e l’educazione per rispondere ai bisogni di rifugiati, sfollati e comunità locali. Ce ne parla Vincenzo Altomare, coordinatore dei progetti dell’ong italiana, impegnata in una crisi umanitaria di dimensione regionale

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti