Controlli e sanzioni sono garanzia di libertà. Lettera

Molti, evocando oscuri e surreali scenari di perdita della democrazia, hanno espresso la loro solidarietà nei confronti della collega. Pochi, invece, ricordano che la nostra Costituzione, il nostro ordinamento giuridico e le nostre libertà, poggiano su solidi pilastri che niente e nessuno potrà mai intaccare.

In questa occasione, parlare di ritorno al fascismo è utopistico, ricordare che tutti i docenti, come tutti i professionisti e i pubblici dipendenti, sono vincolati ad un codice deontologico ed a norme giuridico-amministrative che vanno, sempre e comunque, rispettate, è reale.

Se una legittima autorità superiore, in questo caso, non uno sprovveduto qualsiasi, ma il Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, ha ritenuto opportuno sanzionare la docente, sicuramente, lo avrà fatto, non arbitrariamente, ma sulla base di una precisa normativa di riferimento.

Se così non fosse, siamo in presenza di un abuso e la collega ha a disposizione tutti i mezzi e gli strumenti di legge per impugnare il provvedimento, dimostrare la bontà e la legittimità del proprio operato ed, eventualmente, autorizzata a chiedere il risarcimento per danno di immagine.

Le critiche, i giudizi, i processi, le assoluzioni o le condanne, non si fanno sulla base di una determinata onda emotiva o di presunte verità, ma partendo da dati concreti e ben documentati.

Chi insegna ed opera secondo retta e corretta scienza e coscienza e subisce una ingiusta sanzione, può e deve argomentare per demolire ogni atto lesivo della propria autonomia e libertà.

Pertanto, se la Prof.ssa ha agito nel rispetto delle norme che regolano la funzione educativa, non deve preoccuparsi della sanzione. In ogni paese democratico i controlli, i provvedimenti e le sanzioni, sono garanzia di libertà, perché la vera libertà non è il non incontrare ostacoli nell’autonoma volontà di agire, ma è sempre una libertà di scelta, ovvero, una libertà sotto condizione.

L’articolo Controlli e sanzioni sono garanzia di libertà. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Mobilità 2020, documentazione: cosa bisogna allegare alla domanda. Guida

Commenti disabilitati su Mobilità 2020, documentazione: cosa bisogna allegare alla domanda. Guida

Matematica per tutti, interviste ed esperienze degli studenti che hanno partecipato. VIDEO

Commenti disabilitati su Matematica per tutti, interviste ed esperienze degli studenti che hanno partecipato. VIDEO

Concorso straordinario per il ruolo, prova scritta cambia ma non c’è ancora la data

Commenti disabilitati su Concorso straordinario per il ruolo, prova scritta cambia ma non c’è ancora la data

Pinocchio sotto processo a Montecitorio. Ma è rappresentazione di alunni

Commenti disabilitati su Pinocchio sotto processo a Montecitorio. Ma è rappresentazione di alunni

Seminario Anief ad Avellino sul personale ATA. Richiedi il permesso

Commenti disabilitati su Seminario Anief ad Avellino sul personale ATA. Richiedi il permesso

Ata perde supplenza per contributi non versati, ma la colpa non è sua

Commenti disabilitati su Ata perde supplenza per contributi non versati, ma la colpa non è sua

Domanda Naspi, entro quanto tempo dal licenziamento si può presentare?

Commenti disabilitati su Domanda Naspi, entro quanto tempo dal licenziamento si può presentare?

Concorsi, ecco perché i commissari si dimettono. Lettera

Commenti disabilitati su Concorsi, ecco perché i commissari si dimettono. Lettera

ATA, graduatorie esaurite. Dove si chiama da terza fascia. Aggiunta Sicilia

Commenti disabilitati su ATA, graduatorie esaurite. Dove si chiama da terza fascia. Aggiunta Sicilia

TFA sostegno 2020, candidati con invalidità 80% non partecipano a preselettiva

Commenti disabilitati su TFA sostegno 2020, candidati con invalidità 80% non partecipano a preselettiva

Distanziamento in classe: le “quarantine box”, la risposta di due architetti. Così usiamo anche i corridoi

Commenti disabilitati su Distanziamento in classe: le “quarantine box”, la risposta di due architetti. Così usiamo anche i corridoi

Frutta a metà mattina: progetto scuole di Milano. Scadenza 8 novembre

Commenti disabilitati su Frutta a metà mattina: progetto scuole di Milano. Scadenza 8 novembre

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti