Concorso riservato per assistenti amministrativi facenti funzione DSGA [testo della proposta]

Il testo prevede che l’articolo 22, comma 15, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, si applica anche alla progressione all’area dei direttori dei servizi generali e amministrativi del personale assistente amministrativo di ruolo che abbia svolto le funzioni dell’area di destinazione per almeno tre anni scolastici a decorrere dall’anno scolastico 2000/2001.

A tal fine si procede anche in deroga al requisito del possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso dall’esterno.

Le graduatorie risultanti dal relativo concorso sono utilizzate, ferma restando la priorità di assicurare alle graduatorie del concorso di cui all’articolo 1, comma 605, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 il numero di posti specificamente previsto dal bando, su tutti gli altri posti vacanti e disponibili che risultino comunque disponibili.

Le motivazioni

Una selezione riservata interna è prevista e applicata in tutte le Amministrazioni dello Stato centrale e periferica, inoltre risulta doverosa per salvaguardare il patrimonio di esperienze e di professionalità acquisite da coloro i quali hanno provveduto ad assicurare il funzionamento delle scuole in tutti questi anni.

Per quanto riguarda la deroga al titolo di studio – leggiamo nella relazione illustrativa – essa rientrerebbe pienamente nel solco del principio della realizzazione del buon andamento della P.A

Allo scopo, poi, di non delegittimare le aspettative dei vincitori del concorso in atto viene previsto che ai vincitori della procedura settiva riservata vengano assegnati i posti vacanti e disponibili residui alla procedura concorsuale ordinaria.

L’articolo Concorso riservato per assistenti amministrativi facenti funzione DSGA [testo della proposta] sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti