Concorso dirigenti scolastici, criteri assegnazione scuole. Precedenze 104/92

Vediamo le altri fasi che condurranno all’assunzione, ricordando dapprima quando si può essere assegnati d’ufficio ad una delle regioni con posti liberi.

Assegnazioni d’ufficio

I candidati che non hanno presentato la domanda con le modalità e nei termini previsti, verranno assegnati ai ruoli regionali d’ufficio.

L’assegnazione d’ufficio può essere inoltre disposta nel caso in cui non si esprimano tutte le preferenze e non c’è posto nelle regioni indicate.

Assegnazione ai ruoli regionali

Una volta presentata la succitata istanze , l’assegnazione ai ruoli regionali (quindi alla regione) avverrà secondo l’ordine di graduatoria e le preferenze espresse dai vincitori stessi nel limite dei posti disponibili in ciascun USR.

Il Miur aveva indicato che tale assegnazione sarebbe dovuta avvenire a partire dal 5 agosto.

Assegnazione della sede

La fase successiva all’assegnazione della regione è quella relativa all’assegnazione delle sede (scuola) da parte del direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale competente.

I criteri proposti dal Miur in fase di assegnazione della sede sono i seguenti:

  • posizione occupata nella relativa graduatoria di merito
  • attitudini e capacità professionali che si possono desumere da esperienze e  competenze pregresse, qualora legate all’incarico dirigenziale

Precedenze assegnazione sede

Nelle operazioni di assegnazione della sede i direttori degli Uffici Scolastici Regionali devono tener conto delle precedenze previste dalla legge 104/92, quindi si atterranno a quanto previsto dagli articoli 21 e 33, commi 5, 6 e 7, della citata legge, in base alla quale i beneficiari dei predetti articoli hanno la precedenza nella scelta della sede.

Concorso Dirigenti Scolastici, assunzioni: scuole disponibili in ogni regione

L’articolo Concorso dirigenti scolastici, criteri assegnazione scuole. Precedenze 104/92 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti