Colloqui con le famiglie, spesso è muro contro muro. Lettera

Lettera

Si tratta di un momento particolare per mettere a punto alcune strategie condivise circa il comportamento scorretto che i figli tengono a scuola e come affrontarle.

Torniamo a ribadire un concetto chiave ossia che gli alunni di oggi non possiedono le competenze sociali del saper vivere in classe e che i genitori sono molto disattenti e superficiali su questo aspetto. Lasciamo, infatti, correre molto sul comportamento dei figli senza far capire loro ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, dando quasi sempre ragione ai figli e torto ai docenti. A scuola si parla di competenze didattiche, disciplinari, trasversali, ma si ignorano le competenze sociali. I ragazzi, infatti, non possiedono affatto le competenze relazionali che derivano dall’educazione e dal rispetto verso gli altri.

Quando sono fuori dalla scuola non sanno come ci si deve rapportarsi con gli adulti: non ascoltano i consigli e i suggerimenti, sono continuamente distratti, hanno gli occhi incollati allo smartphone, rispondono infastiditi alle richieste degli adulti, si mostrano indolenti, annoiati e scocciati, non sanno cos’è il saluto, sbadigliano a bocca aperta senza portarsi la mano alla bocca. Insomma non conoscono le regole più elementari del bon ton, della buona educazione. E la colpa di chi è? Indovinate un poco. Ė della scuola e degli insegnanti, quando invece la colpa primaria è della famiglia, ossia di quei genitori che hanno delegato il compito educativo alle altre agenzie perché non sanno come si educano i propri figli. Ed ecco che fuori dai contesti scolastici in parrocchie, in oratori, in palestre i figli si comportano in maniera indisciplinata perché non possiedono le competenze sociali. Ė, dunque, proprio dalle competenze sociali che bisogna ripartire, è lì che bisogna lavorare molto perché, purtroppo, la famiglia su questo versante si mostra debole, priva di mezzi e indifesa.

La scuola deve, ahimè, farsi carico di questo problema e prima di far acquisire le competenze disciplinari e trasversali deve obbligatoriamente lavorare sulle competenze sociali. Questo è il problema: la società di oggi non vuole capire, non vuole comprendere perché non possiede più gli strumenti adatti per poterlo fare. La buona educazione e il rispetto delle regole si apprendono seguendo gli esempi dei genitori e i figli non fanno altri che seguire i loro esempi. Se questi ultimi sono buoni i figli cresceranno educati, rispettosi, disponibili all’ascolto, diligenti; al contrario se gli esempi sono negativi, distorti, fuorvianti i figli saranno il prodotto di una società che se ne infischia altamente delle regole e del rispetto delle persone e delle cose altrui.

L’articolo Colloqui con le famiglie, spesso è muro contro muro. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

La scuola degli uguali si crea investendo in modo diseguale. Lettera

Commenti disabilitati su La scuola degli uguali si crea investendo in modo diseguale. Lettera

Vincolo triennale dopo trasferimento interprovinciale: solo se soddisfatti su preferenza analitica

Commenti disabilitati su Vincolo triennale dopo trasferimento interprovinciale: solo se soddisfatti su preferenza analitica

Graduatorie III fascia ATA: la valutazione dei Servizi prestati con contratto d’opera e in qualità di LSU e LPU

Commenti disabilitati su Graduatorie III fascia ATA: la valutazione dei Servizi prestati con contratto d’opera e in qualità di LSU e LPU

Azzolina: didattica a distanza per non perdere rapporto alunni-docenti

Commenti disabilitati su Azzolina: didattica a distanza per non perdere rapporto alunni-docenti

Scuole chiuse fino al 17 maggio, è nel nuovo Decreto. Verso estensione per tutto l’anno. Azzolina “grande dolore tenerle chiuse”

Commenti disabilitati su Scuole chiuse fino al 17 maggio, è nel nuovo Decreto. Verso estensione per tutto l’anno. Azzolina “grande dolore tenerle chiuse”

Toscana, taglio 118 cattedre: possibile assegnazione ulteriori posti a tempo determinato

Commenti disabilitati su Toscana, taglio 118 cattedre: possibile assegnazione ulteriori posti a tempo determinato

Gissi: per riaprire le scuole in sicurezza molti i problemi da affrontare, e il personale non basta

Commenti disabilitati su Gissi: per riaprire le scuole in sicurezza molti i problemi da affrontare, e il personale non basta

Immissioni in ruolo. Azzolina firma il decreto: con la ‘chiamata veloce’ possibile l’accesso più rapido alla cattedra

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo. Azzolina firma il decreto: con la ‘chiamata veloce’ possibile l’accesso più rapido alla cattedra

Educazione civica, Ministero: decreto pronto. Inviato al CSPI

Commenti disabilitati su Educazione civica, Ministero: decreto pronto. Inviato al CSPI

Presentati risultati Invalsi-Ocse Pisa su abilità finanziarie 15enni. Ascani: potenziare studenti con Ed. civica

Commenti disabilitati su Presentati risultati Invalsi-Ocse Pisa su abilità finanziarie 15enni. Ascani: potenziare studenti con Ed. civica

Lettera aperta DiSAL sui problemi dirigenza scolastica

Commenti disabilitati su Lettera aperta DiSAL sui problemi dirigenza scolastica

Coronavirus, M5S: dall’Azzolina gestione efficace della scuola nell’emergenza

Commenti disabilitati su Coronavirus, M5S: dall’Azzolina gestione efficace della scuola nell’emergenza

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti