Chi studia musica va meglio in scienze, matematica e inglese

I ricercatori hanno esaminato i registri scolastici di 112.000 studenti della Columbia Britannica, di cui circa il 13% aveva partecipato ad almeno un corso di musica nei gradi di scuola 10, 11 o 12, come pianoforte, orchestra, jazz band, coro da concerto e voce jazz.

Gli studenti che avevano frequentato lezioni di musica, in particolare se avevano seguito corsi di strumento, hanno ottenuto valutazioni più alte in tre materie: scienze, matematica e inglese.

Il  commento di Peter Gouzouasis, ricercatore dell’Università di British Columbia. “Per imparare a suonare uno strumento musicale uno studente deve imparare a leggere le note, sviluppare la coordinazione occhio-mano-mente, affinare la capacità di ascolto e, se suona in un ensemble, anche disciplina e abilità di squadra. Tutte queste esperienze di apprendimento hanno un ruolo nel migliorare le capacità cognitive”.

L’articolo Chi studia musica va meglio in scienze, matematica e inglese sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Dispersione scolastica: la quota italiana sale al 14,5%

Commenti disabilitati su Dispersione scolastica: la quota italiana sale al 14,5%

Lettera aperta ai colleghi docenti scappati dalle zone rosse

Commenti disabilitati su Lettera aperta ai colleghi docenti scappati dalle zone rosse

Si cercano supplenti scuole comunali infanzia Torino

Commenti disabilitati su Si cercano supplenti scuole comunali infanzia Torino

Prove Invalsi, iscrizione scuole da oggi 29 ottobre al 22 novembre

Commenti disabilitati su Prove Invalsi, iscrizione scuole da oggi 29 ottobre al 22 novembre

Supplenze graduatorie di istituto, abbandono supplenza e punteggio maturato

Commenti disabilitati su Supplenze graduatorie di istituto, abbandono supplenza e punteggio maturato

Mobilità e domanda condizionata: possono presentarla i docenti soprannumerari nell’ottennio

Commenti disabilitati su Mobilità e domanda condizionata: possono presentarla i docenti soprannumerari nell’ottennio

Rapporto Istat, la chiusura delle scuole pesa sulle famiglie: la Dad ha prodotto diseguaglianze

Commenti disabilitati su Rapporto Istat, la chiusura delle scuole pesa sulle famiglie: la Dad ha prodotto diseguaglianze

Bevilacqua (Partigiani scuola pubblica): Didattica per competenze? Tutto il male possibile. No precari 36 mesi, no sanatorie

Commenti disabilitati su Bevilacqua (Partigiani scuola pubblica): Didattica per competenze? Tutto il male possibile. No precari 36 mesi, no sanatorie

Ascani: dovremmo consentire ad alunni primaria di potersi salutare. Da giugno risposte per i bambini

Commenti disabilitati su Ascani: dovremmo consentire ad alunni primaria di potersi salutare. Da giugno risposte per i bambini

Assegni al nucleo familiare: reddito, sospensione e diritto

Commenti disabilitati su Assegni al nucleo familiare: reddito, sospensione e diritto

Gissi (UIL): dare alla scuola sicurezza, risorse e stabilità del lavoro, queste la priorità

Commenti disabilitati su Gissi (UIL): dare alla scuola sicurezza, risorse e stabilità del lavoro, queste la priorità

Concorso straordinario per il ruolo, per il sostegno si rischia di non assegnare i posti. Requisiti molto specifici

Commenti disabilitati su Concorso straordinario per il ruolo, per il sostegno si rischia di non assegnare i posti. Requisiti molto specifici

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti