Chi salva un “matto” è un Giusto. Riconoscimento importante a Basaglia

basaglia[articolo uscito su Festival dei Diritti Umani, foto di Claudio Ernè]

Chi salva un matto è un giusto. Se volete metteteci le virgolette, ma la sostanza è questa. Gariwo, benemerita associazione che si occupa di far scoprire la biografia di persone che hanno cercato di impedire il crimine di genocidio, di difendere i diritti dell’uomo nelle situazioni estreme, ha deciso di inserire tra loro anche Franco Basaglia. Il medico dei matti, lo psichiatra che è riuscito a convincere la comunità scientifica e la politica degli anni ‘70 a chiudere i manicomi, sarà ricordato nel Giardino virtuale dei Giusti. Il riconoscimento è arrivato poche ore fa.

Il nome di Basaglia si leggerà vicino, ad esempio, a quello di Francesco Quaianni, un funzionario della Questura di Milano che nel ‘43 aiutava i partigiani, o a quello di Reinhold Chrystman, una sorta di Schindler polacco che riuscì a salvare quasi 700 ebrei che lavoravano nella sua vetreria, in Polonia.

Che c’azzecca Basaglia? C’azzecca, eccome. Innanzitutto, come spiega lo statuto di Gariwo, può essere considerato un  giusto chi difende i diritti dell’uomo nelle situazioni estreme, e non c’è molto di più estremo di un manicomio. Persone segregate, spogliate – anche fisicamente, a volte – di una parvenza umana, sottoposte a contenzione fisica o sedazione chimica. Se è vero, come c’è scritto nella Bibbia, che chi salva una vita salva il mondo intero, allora il medico veneziano si merita quel posto, per ogni recluso nei manicomi che è riuscito a liberare, o perlomeno a restituirgli quell’esistenza dignitosa che ciascuno ha (dovrebbe) come diritto inalienabile.

Non è l’unico giusto inserito da Gariwo nel Giardino senza aver salvato esplicitamente vite umane: c’è, per fare qualche esempio, Felicia, la mamma di Peppino Impastato, c’è la filosofa marxista-critica Agnes Heller, la mezzofondista algerina Hassiba Boulmerka, minacciata dai fondamentalisti perché correva coi pantaloncini corti. Persone che hanno scritto e agito per rendere davvero universali i diritti, per abbattere le barriere (anche) di genere, che hanno sfidato convenzioni e stereotipi, che hanno lottato per rendere libere uomini e donne.

Siamo particolarmente orgogliosi della scelta di Gariwo, perché la proposta di includere Franco Basaglia nel Giardino dei Giusti è proprio del Festival dei Diritti Umani: siamo fermamente convinti che sia un riconoscimento dovuto a chi ha ridato diritti e dignità a migliaia di persone. Ci sarà modo di parlarne ancora. Stay tuned.

Altre info sul sito di Gariwo.

Leggi Tutto

Fonte forumsalutementale.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Ada

Commenti disabilitati su Ada

Oscillando sul testo di Pier Aldo Rovatti

Commenti disabilitati su Oscillando sul testo di Pier Aldo Rovatti

La forma dell’acqua, pistole elettriche e TSO

Commenti disabilitati su La forma dell’acqua, pistole elettriche e TSO

Non si può più tollerare

Commenti disabilitati su Non si può più tollerare

40#180 Italiani per caso: biografia alternativa di una nazione

Commenti disabilitati su 40#180 Italiani per caso: biografia alternativa di una nazione

Libertà/cura: il paradosso dell’epoca della pandemia. E io il virus me lo sono presa

Commenti disabilitati su Libertà/cura: il paradosso dell’epoca della pandemia. E io il virus me lo sono presa

Ricominciamo!

Commenti disabilitati su Ricominciamo!

Guida alla salute mentale. La parola guarigione esiste

Commenti disabilitati su Guida alla salute mentale. La parola guarigione esiste

Sanità: sì preliminare al Piano regionale salute mentale

Commenti disabilitati su Sanità: sì preliminare al Piano regionale salute mentale

Il mat e il pregiudizio

Commenti disabilitati su Il mat e il pregiudizio

[Dopo il convegno] A supporto della candidatura al Nobel Peace Prize

Commenti disabilitati su [Dopo il convegno] A supporto della candidatura al Nobel Peace Prize

Accorpando accorpando

Commenti disabilitati su Accorpando accorpando

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti