Cervello, come nasce un ricordo? “Ce lo spiegano Google e Bing”

Fare ricerche con Google non vale solo per la rete, ma va bene anche per il cervello umano. Un gruppo di ricerca dell’Università britannica di Leicester e dell’Università della California a Los Angeles ha utilizzato i motori di ricerca in un modello neurale per scoprire come nascono i ricordi. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications.

Le associazioni tra concetti sono un meccanismo chiave della memoria umana perché ci aiutano a risalire anche ai ricordi più lontani. Ad esempio, quando ricordiamo esperienze personali, come incontrare una persona in un determinato luogo, creiamo associazioni tra alcuni concetti. Partendo da questo presupposto i ricercatori hanno utilizzato il funzionamento dei motori di ricerca di Internet, come Google e Bing, in un modello neurale per stabilire il grado di associazione tra i concetti e come queste associazioni vengono codificate dalla memoria umana. Cosi facendo hanno potuto vedere come i neuroni presenti nella memoria riescono a focalizzare pochi concetti, i più importanti, ma correlati tra loro.

“I neuroni sono gli elementi costitutivi della memoria, e rappresentano concetti e legami tra loro. In realtà, questi concetti e le loro associazioni rappresentano la struttura portante dei ricordi”, ha osservato il principale autore dello studio Rodrigo Quian Quiroga dal Centro per i sistemi delle Neuroscienze dell’Università di Leicester, “in linea con questa visione – ha continuato – si tende a ricordare i concetti importanti e a dimenticare un infinito numero di dettagli. Non a caso, tali dettagli non sono nemmeno codificati da questi neuroni”.

L’articolo su Nature

L’articolo Cervello, come nasce un ricordo? “Ce lo spiegano Google e Bing” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Volontariato, al via la raccolta fondi del Dottor Sorriso: portare l’allegria tra i piccoli pazienti

Commenti disabilitati su Volontariato, al via la raccolta fondi del Dottor Sorriso: portare l’allegria tra i piccoli pazienti

La “Carta di Napoli” presentata al Senato

Commenti disabilitati su La “Carta di Napoli” presentata al Senato

‘Sporco negro’. Reato di violenza privata? No, d’opinione

Commenti disabilitati su ‘Sporco negro’. Reato di violenza privata? No, d’opinione

America Latina, dove si comincia ad avere più paura della fame e della crisi economica che della pandemia

Commenti disabilitati su America Latina, dove si comincia ad avere più paura della fame e della crisi economica che della pandemia

Sud Sudan, crisi alimentare: i raccolti non danno speranze di cambiamento

Commenti disabilitati su Sud Sudan, crisi alimentare: i raccolti non danno speranze di cambiamento

Coronavirus, 1 metro di distanza non basta se si alza il vento

Commenti disabilitati su Coronavirus, 1 metro di distanza non basta se si alza il vento

Ecuador, nella valle andina dove vivono gli africani discendenti degli schiavi

Commenti disabilitati su Ecuador, nella valle andina dove vivono gli africani discendenti degli schiavi

Decreto Salvini, il pugno di ferro sui migranti di fatto non cancella tutti i loro diritti

Commenti disabilitati su Decreto Salvini, il pugno di ferro sui migranti di fatto non cancella tutti i loro diritti

Africa, il lavoro quotidiano di chi vive fra la gente che fugge dagli orrori della guerra

Commenti disabilitati su Africa, il lavoro quotidiano di chi vive fra la gente che fugge dagli orrori della guerra

Seconde generazioni: quelle figlie ribelli con il cuore diviso a metà. La psichiatra: “Includere le famiglie per fermare le violenze”

Commenti disabilitati su Seconde generazioni: quelle figlie ribelli con il cuore diviso a metà. La psichiatra: “Includere le famiglie per fermare le violenze”

Psiche – Il tatto come strumento di ascolto interiore (sianiarsenio)

Commenti disabilitati su Psiche – Il tatto come strumento di ascolto interiore (sianiarsenio)

Libano, 11.000 rifugiati siriani pesantemente colpiti dalla tempesta “Norma”

Commenti disabilitati su Libano, 11.000 rifugiati siriani pesantemente colpiti dalla tempesta “Norma”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti