Caso Sea Watch, “ecco perché non siamo andati in Tunisia”

Secondo i rappresentanti del governo italiano, la nave doveva ripararsi in Tunisia. Ma l’ong tedesca rende note le comunicazioni con il centro di coordinamento olandese e spiega che la Tunisia non ha mai risposto alla richiesta di fornire un porto sicuro. Intanto aperta un’inchiesta

Leggi Tutto

Fonte redattoresociale.it – Ultime Notizie

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti