Cancro al seno, “farmaco per osteoporosi efficace contro replicazione delle cellule precancerose”

Alcuni ricercatori australiani hanno scoperto che un farmaco formulato per trattare l’osteoporosi può avere un ruolo nella lotta contro il cancro al seno. Secondo le stime una donna su 400 sono portatrici del gene difettoso BRCA1, la mutazione che ha indotto l’attrice Angelina Jolie a ricorrere alla doppia mastectomia nel 2013.

Gli studiosi del Walter and Eliza Hall Institute di Melbourne hanno osservato che tali cellule ospitano una proteina che stimola la crescita del tumore e che la proteina, detta Rank Receptor, viene attaccata da un farmaco contro l’osteoporosi. Nello studio guidato da Jane Visvader e Geoff Lindeman e pubblicato su Nature Medicine, è stato usato tessuto donato da una paziente portatrice del gene prima di sottoporsi a mastectomia, per individuare le cellule che danno vita al cancro nei geni difettosi BRCA1. I ricercatori hanno scoperto che le cellule difettose possono essere identificate dalla proteina marker Rank: il farmaco Denosumab è usato come inibitore del Rank nell’osteoporosi.

Quando è stato usato il farmaco sul tessuto donato, le cellule difettose precancerose hanno smesso di moltiplicarsi o sono state disattivate. “Bloccando l’attività di questo recettore rank possiamo disattivare la proliferazione di queste cellule che sono predisposte a diventare cancerose”, scrive Visvader. In ulteriori test dell’inibitore su femmine di topi con BRCA1, due terzi di esse non hanno sviluppato il tumore. Inoltre uno studio pilota del farmaco su tre portatrici umane del BRCA1 ha mostrato una riduzione significativa nel numero di cellule che si dividevano. “Riteniamo di essere diretti verso il “Sacro Graal” della ricerca sul cancro, verso una maniera di prevenire questo tipo di cancro al seno in donne ad alto rischio genetico”, aggiunge Visvader.

L’articolo su Nature

The post Cancro al seno, “farmaco per osteoporosi efficace contro replicazione delle cellule precancerose” appeared first on Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

La carenza di B12 può causare depressione e sterilità

Commenti disabilitati su La carenza di B12 può causare depressione e sterilità

Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti”

Commenti disabilitati su Corea del Nord, la bomba H “arma potente che funziona come il Sole” e con “effetti devastanti”

Industria della moda, quando chi controlla la sicurezza sul lavoro è pagato dai controllati

Commenti disabilitati su Industria della moda, quando chi controlla la sicurezza sul lavoro è pagato dai controllati

Intelligenza artificiale, “due robot Facebook hanno dialogato in una lingua sconosciuta”

Commenti disabilitati su Intelligenza artificiale, “due robot Facebook hanno dialogato in una lingua sconosciuta”

Family center Anna Meyer: a Firenze il centro che rivoluzionerà il concetto di accoglienza in ospedale

Commenti disabilitati su Family center Anna Meyer: a Firenze il centro che rivoluzionerà il concetto di accoglienza in ospedale

Quel riflesso pavloviano di deplorare appena possibile chi fa del bene al prossimo

Commenti disabilitati su Quel riflesso pavloviano di deplorare appena possibile chi fa del bene al prossimo

Come avviene l’infezione? E chi vince la sfida del vaccino? La videoscheda

Commenti disabilitati su Come avviene l’infezione? E chi vince la sfida del vaccino? La videoscheda

Iraq, inaugurata una nuova unità chirurgica per i feriti di Mosul

Commenti disabilitati su Iraq, inaugurata una nuova unità chirurgica per i feriti di Mosul

Coronavirus, cosa diffonde chi non usa la mascherina? Ecco le foto che lo dimostrano

Commenti disabilitati su Coronavirus, cosa diffonde chi non usa la mascherina? Ecco le foto che lo dimostrano

Fare piazza pulita

Commenti disabilitati su Fare piazza pulita

Robotica, grazie a un guanto hi-tech sei quadriplegici riescono a mangiare da soli e bere il caffè

Commenti disabilitati su Robotica, grazie a un guanto hi-tech sei quadriplegici riescono a mangiare da soli e bere il caffè

Morbillo, più che raddoppiati i casi nel 2018: 140 mila morti, la maggior parte sono bambini sotto i 5 anni

Commenti disabilitati su Morbillo, più che raddoppiati i casi nel 2018: 140 mila morti, la maggior parte sono bambini sotto i 5 anni

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti