Bonus merito, Aran: ecco quali criteri definire in contrattazione di Istituto

Il CCNL 2016-18 ha fatto rientrare nell’alveo della contrattazione di Istituto i criteri generali per la determinazione dei compensi finalizzati alla valorizzazione del personale.

Sulla disposizione contrattuale si è espressa l’Aran con apposito parere.

Bonus merito: contrapposizione Contratto-legge 107

L’Aran evidenzia che la disposizione contrattuale si contrappone alla legge 107/2015, che demanda la definizione dei criteri di determinazione dei compensi finalizzati alla valorizzazione del merito del personale docente al Comitato per la valutazione dei docenti.

I suddetti criteri devono tener conto di:

a) qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento
dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti;

b) risultati ottenuti dal docente o dal gruppo dei docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica;

c) delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

Bonus merito, Corte dei Conti: criteri rientrano nella contrattazione di istituto

Al riguardo la Corte dei Conti, in sede di certificazione del CCNL 2016/18:

  • ha precisato che  “nell’ambito delle materie oggetto di contrattazione integrativa a livello di istituzione scolastica ed educativa … si rinvengono, accanto ai criteri per la ripartizione del Fondo d’Istituto (FIS) e dei compensi accessori, anche i criteri generali per la determinazione dei compensi finalizzati alla valorizzazione del personale ivi compresi quelli riconosciuti al personale docente dalla legge n. 107 del 2015;
  • ha preso atto che la possibilità di contrattualizzare la disciplina dettata dalla legge n. 107/2015 conferma sia pure parzialmente gli ambiti della contrattazione integrativa definiti nella presente ipotesi contrattuale.

I criteri di ripartizione del fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, afferma l’Aran, demandati dal CCNL 2016/18 (come i contratti precedenti) alla contrattazione integrativa a livello nazionale, assorbono quelli previsti per il Fondo per il merito di cui alla legge n. 107 del 2015. Tuttavia, è necessario tracciare i confini della contrattazione integrativa a livello di istituzione scolastica.

Bonus merito: cosa stabilisce contrattazione di istituto

In sede di Contrattazione di Istituto, relativamente al bonus merito, vanno definiti i criteri generali per la determinazione dei compensi, come ad esempio:

  • il valore massimo del bonus;
  • la differenziazione minima tra le somme distribuite;
  • la percentuale dei beneficiari.

Resta ferma, comunque, la competenza del dirigente scolastico in merito all’individuazione dei docenti meritevoli sulla base di criteri, non soggetti a contrattazione, formulati dallo specifico comitato per la valutazione).

Parere Aran

L’articolo Bonus merito, Aran: ecco quali criteri definire in contrattazione di Istituto sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Formazione docenti. D’Onghia: didattica innovativa fondamentale nella scuola di oggi

Commenti disabilitati su Formazione docenti. D’Onghia: didattica innovativa fondamentale nella scuola di oggi

Coronavirus, concorsi pubblici sospesi sino al 3 aprile. Le eccezioni

Commenti disabilitati su Coronavirus, concorsi pubblici sospesi sino al 3 aprile. Le eccezioni

Cambio pannolino studenti con disabilità, collaboratori scolastici: serve personale qualificato

Commenti disabilitati su Cambio pannolino studenti con disabilità, collaboratori scolastici: serve personale qualificato

Concorsi scuola, per i posti di sostegno serve la specializzazione specifica

Commenti disabilitati su Concorsi scuola, per i posti di sostegno serve la specializzazione specifica

Concorso ATA 24 mesi, aggiornamento delle graduatorie sarà dopo il 15 aprile

Commenti disabilitati su Concorso ATA 24 mesi, aggiornamento delle graduatorie sarà dopo il 15 aprile

Graduatorie ad esaurimento, al Miur si lavora per corretto avvio anno scolastico. Presa in carico domande

Commenti disabilitati su Graduatorie ad esaurimento, al Miur si lavora per corretto avvio anno scolastico. Presa in carico domande

Linee guida, Verducci (Pd): diminuire alunni per classe. Insostenibile aprire anno con 200mila precari

Commenti disabilitati su Linee guida, Verducci (Pd): diminuire alunni per classe. Insostenibile aprire anno con 200mila precari

Aggiornamento graduatorie istituto, “è una vergogna” non saper gestire domande online! Lettera

Commenti disabilitati su Aggiornamento graduatorie istituto, “è una vergogna” non saper gestire domande online! Lettera

Coronavirus, Paolo Sestito: usare Invalsi per la maturità, prossimo anno dal 1 settembre al 30 giugno

Commenti disabilitati su Coronavirus, Paolo Sestito: usare Invalsi per la maturità, prossimo anno dal 1 settembre al 30 giugno

Tfa sostegno, Azzolina: stiamo per far partire il V ciclo. NOSTRA INTERVISTA

Commenti disabilitati su Tfa sostegno, Azzolina: stiamo per far partire il V ciclo. NOSTRA INTERVISTA

Concorso ordinario secondaria, ITP: guida alla compilazione “titolo di accesso” A quante classi di concorso può accedere

Commenti disabilitati su Concorso ordinario secondaria, ITP: guida alla compilazione “titolo di accesso” A quante classi di concorso può accedere

Gruppi WhatsApp fra docenti: messaggi a tutte le ore del giorno e della notte, non ne posso più

Commenti disabilitati su Gruppi WhatsApp fra docenti: messaggi a tutte le ore del giorno e della notte, non ne posso più

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti