Bocciare alle medie non serve, servono più insegnanti o meno alunni per classe. Lettera

Lettera

Ma  se si bocciano gli alunni e più volte abbiamo un solo risultato: l’aumento della dispersione scolastica e con esso il rischio di devianza e di arruolamento nella camorra, proprio il fenomeno contro cui combatte la Iavarone con la sua associazione.

Il punto è che la scuola dell’obbligo (altra cosa sono le superiori) non deve bocciare, ma mettere tutti in condizione di recuperare le insufficienze, come fanno in Finlandia, dove appunto non si boccia e i risultati scolastici sono eccellenti. Considerare la scuola d’obbligo e bocciare è una contraddizione in termini, perché rischia di essere bocciato chi è già svantaggiato per le condizioni socio-economiche di provenienza.

Per favorire il recupero, occorrerebbe però che i docenti lavorino in compresenza, di modo che uno dei due insegnanti possa dedicarsi al gruppo di alunni che deve recuperare e l’altro al gruppo che va potenziato. Ma questo richiede maggiori investimenti nella scuola (siamo sempre al punto dolente).

La scuola media è l’anello debole del sistema perché l’età prepuberale è terribile e gli alunni a quest’età cominciano a sfidare gli adulti e gli insegnanti, a bullizzare i più deboli, a rifiutare le regole sociali.

Ma non si risolve il problema con l’abolizione della scuola media, come propone Salvini né bocciando di più.

Ci vogliono più insegnanti o meno alunni per classe.

L’articolo Bocciare alle medie non serve, servono più insegnanti o meno alunni per classe. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Usare la LIM nella scuola dell’infanzia

Commenti disabilitati su Usare la LIM nella scuola dell’infanzia

Tecniche primo soccorso, insegnamento già dalla scuola dell’infanzia. I percorsi per i diversi gradi d’istruzione

Commenti disabilitati su Tecniche primo soccorso, insegnamento già dalla scuola dell’infanzia. I percorsi per i diversi gradi d’istruzione

Concorso straordinario secondaria: procedura ruolo e abilitazione. Differenza requisiti

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria: procedura ruolo e abilitazione. Differenza requisiti

Campionato Nazionale di Pasticceria degli Istituti Alberghieri: da oggi 19 al 21 novembre

Commenti disabilitati su Campionato Nazionale di Pasticceria degli Istituti Alberghieri: da oggi 19 al 21 novembre

Adozione internazionale di più minori: quali diritti per la madre

Commenti disabilitati su Adozione internazionale di più minori: quali diritti per la madre

Rientro a scuola, la politica ascolti solo i virologi. Lettera

Commenti disabilitati su Rientro a scuola, la politica ascolti solo i virologi. Lettera

Docenti con TFA, petizione contro i PAS

Commenti disabilitati su Docenti con TFA, petizione contro i PAS

Rientro a scuola, Chimienti: se ci sarà ancora rischio contagio, libertà di scelta tra didattica in presenza e online

Commenti disabilitati su Rientro a scuola, Chimienti: se ci sarà ancora rischio contagio, libertà di scelta tra didattica in presenza e online

Pas, anche i 180×2 devono accedere. Lettera

Commenti disabilitati su Pas, anche i 180×2 devono accedere. Lettera

Concorso dirigenti scolastici, giorno 24 novembre probabile pubblicazione del bando in Gazzetta

Commenti disabilitati su Concorso dirigenti scolastici, giorno 24 novembre probabile pubblicazione del bando in Gazzetta

Studente di tredici anni si lancia dal balcone, gesto forse legato a brutti voti

Commenti disabilitati su Studente di tredici anni si lancia dal balcone, gesto forse legato a brutti voti

Diplomati AFAM: nostro titolo è abilitante, disparità di trattamento

Commenti disabilitati su Diplomati AFAM: nostro titolo è abilitante, disparità di trattamento

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti