Bambino escluso da recita di Natale, Sgambato (PD): non si punta dito accusatorio senza conoscere i fatti

In una scuola privata ad Afragola, in provincia di Napoli, un bambino di 5 anni affetto da “iperattività regressa con deficit cognitivo e sospetto autismo” viene escluso dalla recita di Natale.

La madre denuncia l’accaduto, che peraltro apprende dalla chat dei genitori, e la motivazione addotta dalla maestra è che il bambino non parla e non riesce a stare in fila.

Non si punta un dito accusatorio senza conoscere bene i fatti. E proprio per questo sicuramente l’ufficio scolastico regionale, quale articolazione territoriale del Miur, o lo stesso Ministro ascolterà la dirigente e l’insegnante.

Insomma, bisogna andare a fondo in una vicenda seria. Nessun dubbio deve esserci nelle nostre scuole sul fatto che l’inclusione è un principio sacrosanto che deve concretizzarsi sempre, soprattutto nelle attività didattiche ludiche, di apertura alle famiglie e al territorio, come una recita natalizia”. Lo dichiara Camilla Sgambato, responsabile nazionale Scuola del Pd.

Bambino autistico escluso dalla recita di Natale a scuola

L’articolo Bambino escluso da recita di Natale, Sgambato (PD): non si punta dito accusatorio senza conoscere i fatti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti