Autismo: evitare interventi di “Serie A” e di “Serie B”

Anche dopo l’approvazione da parte della Regione Lazio delle modalità attuative del “Regolamento per la disciplina degli interventi a sostegno delle famiglie dei minori in età evolutiva prescolare nello spettro autistico”, Stefania Stellino, presidente dell’ANGSA Regionale (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), torna a sottolineare i limiti del provvedimento, evidenziando soprattutto il rischio che nei confronti di bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico vi siano “interventi di serie A” e “interventi di serie B”

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti