Attività di recupero, assegnazione risorse: dalla contrattazione nazionale a quella di istituto

Fondo unico per il miglioramento dell’offerta formativa

L’articolo 40 del CCNL 2016/18 ha istituito il Fondo unico per il miglioramento dell’offerta formativa, in cui confluiscono risorse con differenti destinazioni (vedi quali risorse vi confluiscono ), tra cui quelle del  Fondo per l’Istituzione Scolastica (FIS).

Finalità del FIS

Nell’articolo 40, comma 4, del Contratto 2016/18, inoltre, leggiamo che il Fondo Unico resta finalizzato a remunerare il personale per le seguenti finalità:

a) finalità già previste per il Fondo per l’Istituzione scolastica ai sensi dell’art. 88 del CCNL 29/11/2007;

b) i compensi per le ore eccedenti del personale insegnante di educazione fisica nell’avviamento alla pratica sportiva;

c) le funzioni strumentali al piano dell’offerta formativa;

d) gli incarichi specifici del personale ATA;

e) le misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica;

f) i compensi ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti;

g) la valorizzazione dei docenti, ai sensi dell’art. 1, commi da 126 a 128, della legge n. 107/2011;

h) le finalità di cui all’art 1, comma 593 della legge n. 205/2017.”

Ripartizione Fondo Unico e attività di recupero

Il Fondo unico, ai sensi dell’articolo 40 – comma 5 – del Contratto 2016/18, è ripartito, in sede di contrattazione integrativa nazionale, tra le suindicate finalità (quelle sopra riportate dalla lettera a) alla lettera h),  nel rispetto dei limiti previsti dal predetto comma 5. Tra questi limiti, come scrive anche l’Aran, vi è quello relativo alla necessità di individuare b) un finanziamento delle attività di recupero presso le Istituzioni scolastiche  secondarie di secondo grado, atto a soddisfare i fabbisogni e, comunque, in misura non inferiore a quanto già destinato a tale utilizzo ai sensi del CCNL 7/8/2014;

Le scuole, invece, nell’ambito della contrattazione integrativa di istituto, effettueranno la ripartizione delle risorse alle stesse assegnate nel rispetto delle finalità previste dai vigenti CCNL nonché delle previsioni contenute nel contratto integrativo nazionale.

In definitiva la determinazione delle risorse per le attività di recupero avviene secondo i passaggi di seguito indicati:

  • il Fondo unico, in sede di contrattazione nazionale viene ripartito tra le finalità indicate dall’articolo 40, comma 4, del Contratto 2016/18, tra cui quelle del FIS [ricordiamo che tra le finalità del FIS, di cui al punto a), secondo quanto previsto dal predetto articolo 88, comma 2 lettera c., del CCNL del 2007 vi sono le ore aggiuntive prestate per l’attuazione dei corsi di recupero per gli alunni con debito formativo], nel rispetto dei limiti indicati dal comma 5 del predetto articolo;
  • tra i limiti indicati quello relativo alla necessità di finanziare le attività di recupero presso le scuole secondarie di secondo (tra le finalità del FIS, ricordiamolo, secondo quanto previsto dal predetto articolo 88, comma 2 lettera c., del CCNL del 2007 vi sono le ore aggiuntive prestate per l’attuazione dei corsi di recupero per gli alunni con debito formativo);
  • le scuole, poi, nella contrattazione di istituto, effettueranno la ripartizione delle risorse alle stesse (scuole) assegnate.

L’articolo Attività di recupero, assegnazione risorse: dalla contrattazione nazionale a quella di istituto sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Docenti con 36 mesi di servizio: forse non siamo tutti bravi, ma dateci la nostra possibilità, la meritiamo. Lettera

Commenti disabilitati su Docenti con 36 mesi di servizio: forse non siamo tutti bravi, ma dateci la nostra possibilità, la meritiamo. Lettera

PAS secondaria è una tantum entro il 2019, articolato in più cicli. Cosa significa

Commenti disabilitati su PAS secondaria è una tantum entro il 2019, articolato in più cicli. Cosa significa

Scuole cattoliche paritarie: zero risorse vuol dire farle chiudere

Commenti disabilitati su Scuole cattoliche paritarie: zero risorse vuol dire farle chiudere

Seminario Anief a Catanzaro sul personale ATA. Richiedi il permesso

Commenti disabilitati su Seminario Anief a Catanzaro sul personale ATA. Richiedi il permesso

Iscrizioni 2020/2021: programmazione rete scolastica, organici e soprannumerari

Commenti disabilitati su Iscrizioni 2020/2021: programmazione rete scolastica, organici e soprannumerari

Stipendi docenti e ATA aumentano da luglio 2020, decreto taglio cuneo fiscale diventa legge

Commenti disabilitati su Stipendi docenti e ATA aumentano da luglio 2020, decreto taglio cuneo fiscale diventa legge

Incontro Miur-sindacati, Snals: confermato sciopero, nessun impegno da parte del Ministro

Commenti disabilitati su Incontro Miur-sindacati, Snals: confermato sciopero, nessun impegno da parte del Ministro

MIUR, alunni BES per esami di Stato e studenti con alto potenziale. Nota chiarimento

Commenti disabilitati su MIUR, alunni BES per esami di Stato e studenti con alto potenziale. Nota chiarimento

Decreto Scuola pronto, Bussetti: insegnanti e sindacati possono stare tranquilli, c’è l’ok tecnico

Commenti disabilitati su Decreto Scuola pronto, Bussetti: insegnanti e sindacati possono stare tranquilli, c’è l’ok tecnico

Sciopero, Snals: in 5 mesi solo dichiarazioni di principio su ritorno alla normalità

Commenti disabilitati su Sciopero, Snals: in 5 mesi solo dichiarazioni di principio su ritorno alla normalità

Didattica a distanza, il registro va firmato oppure no? Il Ministero chiarisca. Lettera

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, il registro va firmato oppure no? Il Ministero chiarisca. Lettera

Coronavirus, chiuse le scuole in tre scuole americane fino a giugno

Commenti disabilitati su Coronavirus, chiuse le scuole in tre scuole americane fino a giugno

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti