Apparire e non essere è come filare e non tessere

«Aumentano le Amministrazioni Comunali – scrive Giulio Nardone – che stanziano somme per ottenere una bandiera che attesti il loro impegno nel superamento delle barriere architettoniche, invece di eliminarle in concreto. Ci viene in mente un vecchio proverbio che diceva: “Apparire e non essere è come filare e non tessere”. Si tratta di denari pubblici spesi per ottenere attestati di eliminazione delle barriere, anziché per eliminarle realmente, con il paradosso di un premio all’impegno per l’accessibilità consegnato in una piazza inaccessibile a una parte delle persone con disabilità»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti