Anche in DAD si continua ad utilizzare i docenti di sostegno per sostituire i colleghi assenti

È trascorso un anno da quando il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, dispose la sospensione delle attività didattiche in tutte le istituzioni scolastiche sul territorio nazionale, causa Covid19. Da allora la didattica in presenza, è stata sostituita anche se con aperture e chiusure a singhiozzo delle scuole, dalla DAD / DID. Infatti lo scorso agosto il ministero ha diffuso le Linee guida per la Didattica digitale integrata previste dal Piano per la ripresa del nuovo anno scolastico, stabilendo che nel caso di una nuova chiusure delle scuole, causa di un eventuale peggioramento delle condizioni epidemiologiche, le lezioni che si svolgeranno in DAD, dovranno garantire un orario minimo: almeno 10 ore settimanali per le classi prime della primaria, almeno 15 per le scuole del primo ciclo (primarie, tranne le classi prime, e secondarie di primo grado), almeno 20 per il secondo grado.

L’articolo Anche in DAD si continua ad utilizzare i docenti di sostegno per sostituire i colleghi assenti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola Notizie

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti