Alunni con disabilità grave devono avere insegnante di sostegno per 18, 22 o 25 ore. 12 ricorsi vinti da Anief

Il TAR Lazio evidenzia, infatti, come sia il GLOH a dover proporre “il numero delle ore di sostegno necessarie, tenendo conto di tale fascia di gravità, e nella prassi propone che l’insegnante di sostegno copra per la disabilità gravissima o grave, la totalità dell’orario scolastico di un insegnante di sostegno” e che “tali orari si devono quantificare tenendo conto della scuola frequentata, e quindi corrispondono a 25 ore settimanali se si tratti della scuola dell’infanzia, a 22 ore settimanali se si tratti della scuola primaria e a 18 ore settimanali se si tratti della scuola secondaria, sia essa di primo o di secondo grado”.

Le sentenze, dunque, evidenziando come “nel caso in questione, gli atti impugnati hanno assegnato un numero di ore inferiore rispetto a quelle dovute al minore, il quale frequenta la scuola dell’Infanzia, poiché egli è in una situazione di handicap grave certificato ai sensi della legge 104, art. 3 comma 3, per cui il GLI e il PEI individualizzato avrebbero dovuto prevedere la copertura degli insegnanti di sostegno per il monte orario scolastico totale (25 ore)”, li annullano “con l’ordine alla scuola di emettere nuovamente gli atti e i provvedimenti volti a garantire la legittima e dovuta copertura dell’insegnante di sostegno all’alunno disabile” condannando le Amministrazioni resistenti al pagamento di 1.500 Euro di spese di lite.

“L’Anief ha fatto di questa battaglia di civiltà un vero e proprio punto fermo della propria politica sindacale – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – e da anni i nostri legali si impegnano per ripristinare la legalità nelle scuole a beneficio dei nostri alunni più deboli. L’Amministrazione, infatti, è tenuta per legge a erogare il servizio didattico predisponendo le misure di sostegno necessarie per realizzare effettivamente il ‘progetto di vita’ del singolo alunno all’interno dell’ambiente scolastico e non ha alcuna discrezionalità decisionale in materia. Con la rappresentatività ci impegneremo perché il diritto all’istruzione e all’integrazione degli alunni disabili non venga più calpestato né dal Miur, né dalle singole amministrazioni scolastiche”.

Anief ricorda che l’indirizzo [email protected] è a disposizione di tutte le famiglie, dei docenti e dei dirigenti che necessitano del nostro intervento o di consulenza per ottenere per ogni alunno il giusto apporto di ore di sostegno nel pieno rispetto della normativa e dei diritti degli alunni disabili.

Per ulteriori informazioni sul programma elettorale Anief, clicca qui.

L’articolo Alunni con disabilità grave devono avere insegnante di sostegno per 18, 22 o 25 ore. 12 ricorsi vinti da Anief sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Mille euro in più da dirigente, miei alunni valgono molto di più! Lettera

Commenti disabilitati su Mille euro in più da dirigente, miei alunni valgono molto di più! Lettera

Università, pubblicati i risultati del test di Veterinaria

Commenti disabilitati su Università, pubblicati i risultati del test di Veterinaria

Ascani: didattica in presenza insostituibile, apertura prima possibile

Commenti disabilitati su Ascani: didattica in presenza insostituibile, apertura prima possibile

Insegnanti italiani: nell’a.s. 2019/20 sono 835mila, di cui 150mila per il sostegno

Commenti disabilitati su Insegnanti italiani: nell’a.s. 2019/20 sono 835mila, di cui 150mila per il sostegno

TFA sostegno, numero iscritti al test per Università. Aggiornato Tuscia

Commenti disabilitati su TFA sostegno, numero iscritti al test per Università. Aggiornato Tuscia

Mobilità docenti, controllo domanda: 10 consigli prima della scadenza (5 aprile)

Commenti disabilitati su Mobilità docenti, controllo domanda: 10 consigli prima della scadenza (5 aprile)

Esami di Stato di I grado, esiti: cosa si può pubblicare e cosa no. Documenti rilasciati alla famiglia

Commenti disabilitati su Esami di Stato di I grado, esiti: cosa si può pubblicare e cosa no. Documenti rilasciati alla famiglia

Quando in pensione con 36 anni di contributi

Commenti disabilitati su Quando in pensione con 36 anni di contributi

Decreto scuola, docenti idonei concorso 2016: inserirci in fascia aggiuntiva al concorso 2018 è soluzione sbagliata

Commenti disabilitati su Decreto scuola, docenti idonei concorso 2016: inserirci in fascia aggiuntiva al concorso 2018 è soluzione sbagliata

Quando i voti erano legge e i genitori si recavano ai colloqui col cappello in mano! Lettera

Commenti disabilitati su Quando i voti erano legge e i genitori si recavano ai colloqui col cappello in mano! Lettera

I pasticci di “Quota 100”. Lettera

Commenti disabilitati su I pasticci di “Quota 100”. Lettera

Famiglie sempre più invadenti e genitori sempre più irrispettosi

Commenti disabilitati su Famiglie sempre più invadenti e genitori sempre più irrispettosi

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti