Alunni con BES scuola infanzia: no PDP ed evitare “precocismo” nell’insegnamento della letto-scrittura

MIUR, alunni con BES per esami di Stato e studenti con alto potenziale. Nota chiarimento

Tra le indicazioni fornite alcune sono dedicate alla scuola dell’infanzia. Vediamo quali, ricordando anche quale valore assume per gli studenti di tutti istruzione il Piano Didattico Personalizzato.

Alunni con BES: Piano Didattico Personalizzato (PDP)

Il PDP, scrive il Miur, non deve essere un adempimento burocratico, ma esso deve fondarsi sul principio della “cura educativa”, fondato sulla responsabilità dei team docenti e dei consigli di classe e sulla corresponsabilità dell’azione educativa, al fine di consentire il raggiungimento degli obiettivi previsti secondo il ritmo e lo stile di apprendimento di ciascuno.

Il PDP, in definitiva, deve dichiarare e sistematizzare gli interventi educativi e didattici, coinvolgere attivamente la famiglia, garantire la verifica e il monitoraggio degli obiettivi raggiunti.

Alunni con BES scuola dell’infanzia

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia, qualora dall’osservazione sistematica emerga che un alunno presenta  elementi riferibili a condizioni particolari e a bisogni educativi speciali, il Miur suggerisce di non procedere all’elaborazione di un PDP, ma di fare riferimento a  sarebbe più opportuno fare riferimento a un profilo educativo o ad un altro documento di lavoro che la scuola può elaborare autonomamente.

Si suggerisce, inoltre, di evitare il precocismo nell’insegnamento della letto-scrittura, ossia l’avvio di attività precipuamente didattiche, anche perché la certificazione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento non può essere rilasciata prima del termine del secondo anno di scuola primaria.

Nonostante quanto detto sopra, il Ministero evidenzia che proprio negli anni dell’infanzia iniziano a manifestarsi situazioni di problematicità che soltanto in un secondo tempo si rivelano come veri e propri disturbi.

Pertanto, è molto importante svolgere osservazioni sistematiche e coerenti rispetto ai comportamenti attesi, sulla base dell’ età anagrafica, da parte di ciascun bambino. Ciò anche al fine di dare continuità all’azione pedagogica e rafforzando un dialogo fra gli insegnanti della scuola dell’ infanzia e gli insegnanti della scuola primaria.

L’articolo Alunni con BES scuola infanzia: no PDP ed evitare “precocismo” nell’insegnamento della letto-scrittura sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

De Cristofaro: il 14 settembre a scuola, elezioni meglio farle fuori. Vicino a ciò che si dice in piazza oggi

Commenti disabilitati su De Cristofaro: il 14 settembre a scuola, elezioni meglio farle fuori. Vicino a ciò che si dice in piazza oggi

DiSAL: dimettersi a Natale, quasi un ossimoro. Politica ministeriale su urgenze poco incisiva

Commenti disabilitati su DiSAL: dimettersi a Natale, quasi un ossimoro. Politica ministeriale su urgenze poco incisiva

Coronavirus, Musumeci: intervento Esercito per contrastare arrivi dal Nord in Sicilia

Commenti disabilitati su Coronavirus, Musumeci: intervento Esercito per contrastare arrivi dal Nord in Sicilia

Concorso ordinario secondaria: titolo specializzazione sostegno. Quanti punti si assegnano

Commenti disabilitati su Concorso ordinario secondaria: titolo specializzazione sostegno. Quanti punti si assegnano

Da Fioramonti avrei voluto meno coerenza. Lettera

Commenti disabilitati su Da Fioramonti avrei voluto meno coerenza. Lettera

Coronavirus, AGGIORNAMENTO: scuole chiuse a Messina. FaQ Ministero su gite, Erasmus, didattica a distanza, certificati

Commenti disabilitati su Coronavirus, AGGIORNAMENTO: scuole chiuse a Messina. FaQ Ministero su gite, Erasmus, didattica a distanza, certificati

Azione didattica è spazio e tempo, come cambia con quella a distanza: dalla “pedagogia della lumaca” al progetto “Farememoria”

Commenti disabilitati su Azione didattica è spazio e tempo, come cambia con quella a distanza: dalla “pedagogia della lumaca” al progetto “Farememoria”

Sostegno, funzioni del GLIR. Informativa sul Gruppo di lavoro interistituzionale regionale per l’inclusione

Commenti disabilitati su Sostegno, funzioni del GLIR. Informativa sul Gruppo di lavoro interistituzionale regionale per l’inclusione

Graduatorie III fascia ATA: la valutazione dell’attestato di “soccorritore addetto ai mezzi di soccorso”

Commenti disabilitati su Graduatorie III fascia ATA: la valutazione dell’attestato di “soccorritore addetto ai mezzi di soccorso”

Selezione Dsga Ministero Affari esteri, pubblicata graduatoria provvisoria

Commenti disabilitati su Selezione Dsga Ministero Affari esteri, pubblicata graduatoria provvisoria

Cosa possono fare i Presidi quando arrivano docenti e ATA la cui “fama” li precede?

Commenti disabilitati su Cosa possono fare i Presidi quando arrivano docenti e ATA la cui “fama” li precede?

Nelle Marche sono vacanti 1.028 cattedre

Commenti disabilitati su Nelle Marche sono vacanti 1.028 cattedre

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti