Alternanza scuola lavoro. Arrivano i Tutor, il docente sempre più marginalizzato. Lettera

Sentivamo la mancanza di questa figura, la quale si aggiunge alle numerose altre che pullulano tra aule, corridoi e sale prof: referenti, potenziatori, educatori, psicologi, esperti vari.

Figure tanto numerose che ormai, quando a scuola un insegnante incontra un altro insegnante, i due corrono a festeggiare l’evento davanti al dispensatore delle bevande.

Scherzi a parte, è evidente che l’introduzione di queste ennesime figure di supporto rischia da un lato di marginalizzare sempre di più il docente, dall’altra di gravarlo di oneri burocratici in aggiunta a quelli che già lo affliggono.

Il cuore della vita scolastica non sono più la classe e la lezione, ma i luoghi dove si concerta, si verbalizza, si prendono contatti, si programma, si certifica, soprattutto si progettano nuovi moduli cartacei per asfissiare sempre di più ogni autentica vocazione.

Dunque è finita? Siamo e saremo sempre più immersi in questo trend aziendalburocratico? Sempre più tutorati da personaggi che ci diranno cosa dobbiamo fare e come dobbiamo essere?

No. Ci salverà il buon senso degli insegnanti, il nostro buon senso. La nostra pazienza, l’onesto quotidiano pragmatismo di chi sa che la teoria resta confinata nei manuali scritti nell’ orrendo didattese mutuato dai pedagoghi d’oltre Atlantico, e la pratica è quella imposta dall’incontro-scontro con classi sempre più difficili, con ragazzi che ci appaiono imperscrutabili e che pur dobbiamo comprendere. T

utto questo lo vedo nella scuola dove insegno: la stagione dei dogmatismi è finita, si sta in trincea insieme, e si cerca di fare il proprio dovere nel modo migliore. Perfino il preside non indossa il blazer blu del manager e, rimboccatosi le maniche, prende a cuore le questioni didattiche.

Ecco la buona novella: le riforme e riformine propinateci negli anni non sono riuscite a uccidere ciò che un insegnante lo fa essere quello che è: l’amore per la cultura e l’attenzione per chi gli sta di fronte. Neppure i tutor freschi di certificazione (l’importante non è sapere ma certificare, e le agenzie di formazione si stanno già muovendo) ci riusciranno.

No signora ministra, non si illuda: non ce la farà a distruggere la scuola.

L’articolo Alternanza scuola lavoro. Arrivano i Tutor, il docente sempre più marginalizzato. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Facebook Comments

redazione

Related Posts

Scuola di Varese pensa al rientro in classe in sicurezza con braccialetto “intelligente”

Commenti disabilitati su Scuola di Varese pensa al rientro in classe in sicurezza con braccialetto “intelligente”

Graduatorie ATA 24 mesi: come individuare la provincia in cui inviare domanda di inserimento modello B1

Commenti disabilitati su Graduatorie ATA 24 mesi: come individuare la provincia in cui inviare domanda di inserimento modello B1

PD, priorità istruzione: equità sociale, territoriale, di genere

Commenti disabilitati su PD, priorità istruzione: equità sociale, territoriale, di genere

Coronavirus, restrizioni possibili fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro. Decreto approvato

Commenti disabilitati su Coronavirus, restrizioni possibili fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro. Decreto approvato

ATA ex lavoratori ditte pulizia, assunzione nazionale volontaria. Poi mobilità straordinaria sui posti residui

Commenti disabilitati su ATA ex lavoratori ditte pulizia, assunzione nazionale volontaria. Poi mobilità straordinaria sui posti residui

Casa (M5S): Azzolina ministra è base solida per ripartenza scuola italiana

Commenti disabilitati su Casa (M5S): Azzolina ministra è base solida per ripartenza scuola italiana

Sciopero 17 maggio: quali sindacati lo hanno sospeso, quali lo confermano

Commenti disabilitati su Sciopero 17 maggio: quali sindacati lo hanno sospeso, quali lo confermano

Maturità 2019, un cantiere aperto con una novità al giorno. Lettera

Commenti disabilitati su Maturità 2019, un cantiere aperto con una novità al giorno. Lettera

Didattica a distanza, Novara: terminare il programma con il coronavirus? “Ridicolo e grottesco”

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, Novara: terminare il programma con il coronavirus? “Ridicolo e grottesco”

Rientro a scuola a settembre, Azzolina: i bambini torneranno a piccoli gruppi. Soluzioni anche a maggio

Commenti disabilitati su Rientro a scuola a settembre, Azzolina: i bambini torneranno a piccoli gruppi. Soluzioni anche a maggio

Didattica a distanza, il momento dei “voti”. Cosa significa valutazione formativa, quali azioni per studenti che non seguono attività?

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, il momento dei “voti”. Cosa significa valutazione formativa, quali azioni per studenti che non seguono attività?

Decreto scuola, M5S: depositati emendamenti per aggiornamento graduatorie informatizzato e concorso sostegno

Commenti disabilitati su Decreto scuola, M5S: depositati emendamenti per aggiornamento graduatorie informatizzato e concorso sostegno

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti