Alcune considerazioni non in linea sulle diffuse preoccupazioni riguardo il rapporto media/bambini/adulti

Authors: 

Introduzione

 

Abruzzese A., (1996), Analfabeti di tutto il mondo uniamoci, Costa & Nolan,Genova
Ariés P., (1979), Infanzia, in Enciclopedia, vol. 7, Einaudi, Torino
Bolter J. D., (1991), Writing Space. The Computer, Hypertext and theHistory of Writing, LEA, Hillsdale (N. J.) (trad. it. Lo spazio delloscrivere. Computer, ipertesti e storia della scrittura, Vita e Pensiero,Milano, 1993)
Bachman R., (1996), The Regulators (trad. it. I vendicatori, Sperling &Kupfer, Milano, 1997)
Freud S., (1924), La perdita di realtà nella nevrosi e nella psicosi,O.S.F., 10
Havelock E. A., (1986), The Muse Learns to Write. Reflections on Oralityand Literacy from Antiquity to the Present, Yale University Press, NewHaven and London (trad. it. La Musa impara a scrivere. Riflessionisull’oralità e l’alfabetismo dall’antichità al giorno d’oggi, Laterza,Bari, 1987)
Landow G. P., (1992), Hypertext. The Convergence of Contemporary CriticalTheory and Technology, The Johns Hopkins University Press, Baltimore (trad.it. Ipertesto. Il futuro della scrittura, Baskerville, Bologna, 1993)
Lévy P., (1995), Qu’est ce que le virtuel?, La Découverte, Paris (trad. it. Il virtuale, Raffaello Cortina Editore, Milano, 1997)
Maragliano R., (1996), Esseri multimediali. Immagini del bambino di finemillennio, La Nuova Italia, Firenze
Meyrowitz J., (1985), No Sense of Place. The Impact of Electronic Media onSocial Behavior, Oxford University Press, New York (trad. it. Oltre ilsenso del luogo. Come i media elettronici influenzano il comportamentosociale, Baskerville, Bologna, 1995) 
Ong J. W., (1982), Orality and Literacy. The Technologizing of the World,Methuen, London and New York (trad. it. Oralità e scrittura. Le tecnologiedella parola, Il Mulino, Bologna, 1986)
Papert S., (1993), The Children’s Machine. Rethinking School in the Age ofthe Computer, HarperCollins Publishers, New York (trad. it. I bambini e ilcomputer. Nuove idee per i nuovi strumenti dell’educazione, Rizzoli,Milano, 1994)
Sparti D., (1996), Soggetti al tempo, Identità personale tra analisifilosofica e costruzione sociale, Feltrinelli, Milano 
Turkle S., (1996), Life on the Screen (trad. it. La vita sullo schermo.Nuove identità e relazioni sociali nell’epoca di Internet, Apogeo, Milano,1997)

leggi tutto

Leggi Tutto

Fonte

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Facebook, Jung, maschere e dintorni

Commenti disabilitati su Facebook, Jung, maschere e dintorni

Depressione resistente ai farmaci, nuove speranze da un allucinogeno

Commenti disabilitati su Depressione resistente ai farmaci, nuove speranze da un allucinogeno

Questionario sullo stress da emergenza Coronavirus – Risultati

Commenti disabilitati su Questionario sullo stress da emergenza Coronavirus – Risultati

Anna Comparelli

Commenti disabilitati su Anna Comparelli

COVID-19: L’epidemia del coronavirus e la sua profilassi: désaffectation collettiva e accesso al lutto

Commenti disabilitati su COVID-19: L’epidemia del coronavirus e la sua profilassi: désaffectation collettiva e accesso al lutto

L’angoscia per Callieri e Frighi. La morte e le paure del Covid-19, sessant’anni dopo.

Commenti disabilitati su L’angoscia per Callieri e Frighi. La morte e le paure del Covid-19, sessant’anni dopo.

CBT: UNA QUESTIONE DI TERMINI

Commenti disabilitati su CBT: UNA QUESTIONE DI TERMINI

180X40 GENOVA LORENZO CASELLI Le sfide dell’integrazione

Commenti disabilitati su 180X40 GENOVA LORENZO CASELLI Le sfide dell’integrazione

1969-2019. Abele non abita più in quei giardini, però…

Commenti disabilitati su 1969-2019. Abele non abita più in quei giardini, però…

IL POTERE DEI PIU’

Commenti disabilitati su IL POTERE DEI PIU’

TRE ANNI DI PENSIERI SPARSI: intervallo ludico

Commenti disabilitati su TRE ANNI DI PENSIERI SPARSI: intervallo ludico

TRENTACINQUE ANNI DI LAVORO NELLA TRINCEA DI UN SERVIZIO DI SALUTE MENTALE: QUALCHE RIFLESSIONE

Commenti disabilitati su TRENTACINQUE ANNI DI LAVORO NELLA TRINCEA DI UN SERVIZIO DI SALUTE MENTALE: QUALCHE RIFLESSIONE

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti