Al di là della sessuofobia e della pornografia: “Le jet d’eau” di Baudelaire

Inizio riportando, qui sotto, alcuni versi tratti dalla poesia di Baudelaire “Le jet d’eau” astenendomi, per il momento, da ogni commento, per non intromettermi prematuramente tra Poeta e lettore, prima che tra di loro si sia stabilito un rapporto:

 
Tes beaux yeux sont las, pauvre amante !
Reste longtemps sans les rouvrir,
Dans cette pose nonchalante
Où t’a surprise le plaisir.

Video: 

Vedi il video

leggi tutto

Leggi Tutto

Fonte

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti