Afghanistan, chiuso il reparto di maternità di Dasht-e-Barchi vicino Kabul dopo l’attacco e l’uccisione contro donne e bambini

La decisione di Medici Senza Frontiere. Tra le vittime, anche un’ostetrica afgana di MSF, due bambini di 7 e 8 anni e altre sei persone presenti sul posto. Uccise mentre stavano partorendo

Leggi Tutto

Fonte Repubblica.it > Mondo Solidale

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti