AFAM, scandalo co.co.co: studenti e professionisti invocano intervento Ministero

Blocco delle lezioni, tesi di laurea posticipate, docenti, modelli e tutor mancanti e a rischio del posto di lavoro. Queste le condizioni in cui versano molti istituti AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica: conservatori, accademie di danza e arte drammatica e Accademie di Belle Arti nazionali) a più di un mese dall’inizio delle lezioni. É il frutto del blocco dei contratti Co.Co.Co. (Collaborazione Coordinata e Continuativa) per la pubblica amministrazione, divenuto operativo il 1 luglio 2019 oltre 18 anni dopo l’ordinanza che l’aveva istituito.

“I docenti esterni delle Accademie rappresentano circa il 50% del corpo docente, e per questi, come per i modelli viventi ed altri lavoratori, il contratto Co.Co.Co. era divenuto negli anni la norma – spiega Daniela Pietrangelo del collettivo Mi Riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali – è un contratto atipico, vessatorio e discriminante, perché i collaboratori esterni sono tenuti a lavorare come i docenti ordinari, ma senza nessuna maturazione di titoli di servizio, congedo parentale, malattia, ecc; senza alcun riconoscimento e compenso delle ore effettivamente svolte extra-aula. Questo pur trattandosi di personale altamente qualificato e fondamentale per lo svolgimento delle lezioni selezionato, inoltre, tramite concorsi per titoli ed esami. Il blocco di questi contratti è un bene, ma possibile che non si sia pensato a una soluzione alternativa?”

“Gli istituti AFAM non conoscono crisi, dal 2010 a oggi gli iscritti sono aumentati del 7% annuo: la presenza di studenti con cittadinanza non italiana è più che triplicata, una vera e propria eccellenza internazionale – spiega Teresa Kucich, studentessa dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, a Milano – Da anni si sta verificando una crescita costante di diplomati, di insegnanti e di corsi: dal 2010/11 i corsi di studio sono aumentati complessivamente del 30%. E tutto questo successo è stato determinato sulle spalle di docenti assunti con il Co.Co.Co., a cui spesso in questi mesi è stato chiesto di aprire la partita IVA o si è passati alla prestazione occasionale.”

“Questa situazione sta determinando un vero e proprio attacco al diritto allo studio, oltre che a quello all’insegnamento – dichiara Camilla Guarino, coordinatrice di Link Coordinamento Universitario – Gli studenti e le studentesse si trovano di fronte a lezioni sospese e corsi che non partono da settimane, pur pagando tasse spesso assai salate. Inoltre, il blocco delle assunzioni determinerà il posticipo della laurea per molti e molte, che saranno costretti a finire fuori-corso e vedersi maggiorate le tasse, o il rischio di non raggiungere i crediti necessari per ottenere una borsa di studio o il posto alloggio per altri. Oltre al danno anche la beffa.”

I Ministeri dell’Istruzione e dei Beni Culturali hanno il dovere di sbloccare con urgenza questa situazione, dando indicazioni chiare e intervenendo immediatamente già in questa Legge di Stabilità, con l’aiuto del Governo, sbloccando le assunzioni e aumentando la pianta organica delle Accademie. Non è accettabile né vedere il nostro diritto allo studio e alla formazione calpestato per una malagestione grossolana, né vedere docenti assunti con contratti Co.Co.Co. o peggio a partita IVA.

L’articolo AFAM, scandalo co.co.co: studenti e professionisti invocano intervento Ministero sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Graduatorie ad esaurimento 2019/22, inserita Agrigento definitiva

Commenti disabilitati su Graduatorie ad esaurimento 2019/22, inserita Agrigento definitiva

In Campania scuola inizierà il 24 settembre. Arriva la conferma, attesa la delibera

Commenti disabilitati su In Campania scuola inizierà il 24 settembre. Arriva la conferma, attesa la delibera

Dirigenti scolastici, SNALS: sottoscritto il Contratto con gli aumenti

Commenti disabilitati su Dirigenti scolastici, SNALS: sottoscritto il Contratto con gli aumenti

Pacifico (ANIEF): mancano docenti in alcune discipline? Aprire Gae e Bandire concorsi, non si trovano nelle patatine. A breve sentenza

Commenti disabilitati su Pacifico (ANIEF): mancano docenti in alcune discipline? Aprire Gae e Bandire concorsi, non si trovano nelle patatine. A breve sentenza

Decreto scuola, Turi (Uil): di ordinato e regolare non c’è niente. Serve progetto per ripartire

Commenti disabilitati su Decreto scuola, Turi (Uil): di ordinato e regolare non c’è niente. Serve progetto per ripartire

Decreto scuola, M5S: depositati emendamenti per aggiornamento graduatorie informatizzato e concorso sostegno

Commenti disabilitati su Decreto scuola, M5S: depositati emendamenti per aggiornamento graduatorie informatizzato e concorso sostegno

Coronavirus, ministro Bonetti: sì all’ora d’aria ai bambini, non in un gruppo e con gradualità

Commenti disabilitati su Coronavirus, ministro Bonetti: sì all’ora d’aria ai bambini, non in un gruppo e con gradualità

Graduatorie di istituto: il servizio [email protected] in Sardegna fa punteggio pieno

Commenti disabilitati su Graduatorie di istituto: il servizio [email protected] in Sardegna fa punteggio pieno

Vigilanza alunni: in Emilia Romagna presto un vademecum per i Dirigenti Scolastici

Commenti disabilitati su Vigilanza alunni: in Emilia Romagna presto un vademecum per i Dirigenti Scolastici

Ascani: attendiamo relazione CTS su distanziamento a scuola, didattica a distanza al minimo, risorse all’edilizia scolastica

Commenti disabilitati su Ascani: attendiamo relazione CTS su distanziamento a scuola, didattica a distanza al minimo, risorse all’edilizia scolastica

Servono insegnanti di sostegno? Ci sono 14.000 docenti specializzati con il IV ciclo TFA sostegno

Commenti disabilitati su Servono insegnanti di sostegno? Ci sono 14.000 docenti specializzati con il IV ciclo TFA sostegno

Liquidazione TFS: pagamento e convenzioni banche per anticipo

Commenti disabilitati su Liquidazione TFS: pagamento e convenzioni banche per anticipo

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti