Abbronzatura, sulla nostra pelle c’è l’universo. Una parte dei fotoni arriva dai buchi neri e fonti extragalattiche

L’Universo sulla pelle. È pubblicata sul sito dell’Asi (Agenzia spaziale italiana) la notizia che non è solo il Sole ad abbronzarci. “Una piccola parte dei fotoni che ogni secondo si scontrano con la nostra pelle non arriva dalla nostra stella. Una minuscola frazione di essi ha viaggiato attraverso l’Universo per miliardi di anni prima di raggiungerci e concludere la propria esistenza su di noi. Per essere precisi, 10 miliardi di fotoni al secondo, pari a uncentesimo di miliardo della nostra abbronzatura, proviene da fonti extragalattiche e la metà arriva nientemeno che da buchi neri. Insomma – si legge sul sito – non solo siamo immersi nell’Universo, ma ce l’abbiamo addirittura sulla pelle”.

Gli autori della ricerca, pubblicata su The Astrophysical Journal, hanno misurato per la prima volta con estrema precisione le lunghezze d’onda dei fotoni che colpiscono la Terra prestando particolare attenzione a quelli provenienti dall’esterno della Via Lattea combinando immagini prodotte da una ‘flotta’ di telescopi spaziali, tra cui Hubble, Herschel, Wise e Spitzer. La maggior parte della luce che ci colpisce proviene dal Sole. Ci raggiunge in modo diretto, diffondendosi attraverso il cielo, o indirettamente, riflessa dalla polvere dispersa nel sistema solare. In questo senso, prosegue la ricerca riferita dall’Asi, è l’Universo stesso a darci una mano, attivando un primo filtro protettivo.

“Circa la metà della luce ultravioletta che viaggia nel Cosmo – spiega Rogier Windhorst della Arizona State University, coautore dello studio – è convertita durante il tragitto in lunghezze d’onda meno dannose. Le galassie stesse ci forniscono un crema solare naturale con fattore di protezione 2″.

“Quindi nessun allarme: per proteggersi dai raggi extra – prosegue l’articolo dell’Asi – valgono le solite raccomandazioni che ogni giorno ci ricordano giornali e tv: evitare le ore più calde e applicare una buona crema solare. E allora rilassiamoci, sdraiamoci al sole come sempre e prendiamoci la nostra bella tintarella… extragalattica.

Lo studio su The Astrophysical Journal

L’articolo Abbronzatura, sulla nostra pelle c’è l’universo. Una parte dei fotoni arriva dai buchi neri e fonti extragalattiche proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Sculture en plein air a prova di Covid-19: riapre a Todi il parco Beverly Pepper

Commenti disabilitati su Sculture en plein air a prova di Covid-19: riapre a Todi il parco Beverly Pepper

Sonda Cassini, è il giorno dell’addio e del tuffo nell’atmosfera di Saturno

Commenti disabilitati su Sonda Cassini, è il giorno dell’addio e del tuffo nell’atmosfera di Saturno

Quanto dura un amplesso?

Commenti disabilitati su Quanto dura un amplesso?

Messico, le carovane dei migranti centroamericani raggiungono Tijuana: molte le richieste d’asilo e le deportazioni

Commenti disabilitati su Messico, le carovane dei migranti centroamericani raggiungono Tijuana: molte le richieste d’asilo e le deportazioni

Libri di testo, solo il 5,3% in versione digitale. Studenti vi studiano poco

Commenti disabilitati su Libri di testo, solo il 5,3% in versione digitale. Studenti vi studiano poco

Oscar 2020, i riflettori sono puntati sul dramma siriano con due documentari candidati

Commenti disabilitati su Oscar 2020, i riflettori sono puntati sul dramma siriano con due documentari candidati

Migranti, da 10 giorni la Tunisia dice no allo sbarco di 75 persone salvate in mare

Commenti disabilitati su Migranti, da 10 giorni la Tunisia dice no allo sbarco di 75 persone salvate in mare

Altri due cambi di gruppo in parlamento

Commenti disabilitati su Altri due cambi di gruppo in parlamento

India, le donne delle zone rurali trovano lavoro grazie ad AirBnb

Commenti disabilitati su India, le donne delle zone rurali trovano lavoro grazie ad AirBnb

Pandemia e malnutrizione: il virus mette a rischio più di sei milioni di bambini sotto i 5 anni

Commenti disabilitati su Pandemia e malnutrizione: il virus mette a rischio più di sei milioni di bambini sotto i 5 anni

Immigrati, lavoratori “invisibili”: “La regolamentazione non è un’opzione ma una necessità”, nasce il “Gruppo dei 250”

Commenti disabilitati su Immigrati, lavoratori “invisibili”: “La regolamentazione non è un’opzione ma una necessità”, nasce il “Gruppo dei 250”

Il ricordo di Raffaele Masto, cronista di razza con una passione: svelare i tanti volti dell’Africa che pochi conoscono

Commenti disabilitati su Il ricordo di Raffaele Masto, cronista di razza con una passione: svelare i tanti volti dell’Africa che pochi conoscono

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti