Abbandonati dopo i 18 anni nel “deserto della loro vita”

«I pubblici servizi – scrive Sandro Paramatti -, e in particolare quello della Sanità, seguono alla meno peggio i pazienti con disabilità, fino al raggiungimento della maggiore età, per poi abbandonarli nel “deserto” della loro difficile vita. Divenuta maggiorenne, quindi, la persona con disabilità non viene più presa in considerazione da chi avrebbe quest’obbligo, come se la sua aspettativa di vita non superasse i due decenni»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Il diritto di decidere delle persone con disabilità intellettive

Commenti disabilitati su Il diritto di decidere delle persone con disabilità intellettive

Creatività, incontro e accoglienza, per affrontare il disagio mentale come risorsa

Commenti disabilitati su Creatività, incontro e accoglienza, per affrontare il disagio mentale come risorsa

Ancora aperto il sondaggio su coronavirus e persone con sindrome di Down

Commenti disabilitati su Ancora aperto il sondaggio su coronavirus e persone con sindrome di Down

Per i non vedenti anche i pavimenti parlano

Commenti disabilitati su Per i non vedenti anche i pavimenti parlano

Caro Manuel, il mondo necessita di te

Commenti disabilitati su Caro Manuel, il mondo necessita di te

I miei occhi per la tua spesa

Commenti disabilitati su I miei occhi per la tua spesa

Gravi cerebrolesioni acquisite: rispondere ai bisogni di migliaia di persone

Commenti disabilitati su Gravi cerebrolesioni acquisite: rispondere ai bisogni di migliaia di persone

Distrofia facio-scapolo-omerale: il miglioramento della quotidianità

Commenti disabilitati su Distrofia facio-scapolo-omerale: il miglioramento della quotidianità

Ezio Bosso: non importa come si mette il passo, conta giungere a destinazione!

Commenti disabilitati su Ezio Bosso: non importa come si mette il passo, conta giungere a destinazione!

“+ARIA” per bambini e bambine con la sindrome CHARGE

Commenti disabilitati su “+ARIA” per bambini e bambine con la sindrome CHARGE

Il Giorno della Menoria e la disabilità: non un rituale, ma un impegno

Commenti disabilitati su Il Giorno della Menoria e la disabilità: non un rituale, ma un impegno

Quattro domande per quattro candidati

Commenti disabilitati su Quattro domande per quattro candidati

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti