40.000 persone con sindrome di Down offese e umiliate in prima serata TV

Purtroppo è accaduto ancora, solo a distanza di pochi giorni dal precedente episodio, e per giunta nello stesso programma, “Grande Fratello Vip”, ove la parola “Down” è stata di nuovo usata come un insulto, «offendendo e umiliando in prima serata TV 40.000 persone con sindrome di Down», come denuncia l’Associazione AIPD, che rivolge un appello forte e chiaro alla trasmissione e a Mediaset, chiedendo, «a nome delle nostre famiglie, che il linguaggio televisivo sia corretto e veicoli quei valori di inclusione e integrazione che da quarant’anni cerchiamo faticosamente di costruire e rinforzare»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Malattie Rare: l’importanza della ricerca e il ruolo dei pazienti

Commenti disabilitati su Malattie Rare: l’importanza della ricerca e il ruolo dei pazienti

Turismo: la fruibilità è molto più della “semplice” accessibilità strutturale

Commenti disabilitati su Turismo: la fruibilità è molto più della “semplice” accessibilità strutturale

Gravi disagi, se tardano quei contributi per l’assistenza personale

Commenti disabilitati su Gravi disagi, se tardano quei contributi per l’assistenza personale

Autobiografie professionali nel settore dell’inclusione

Commenti disabilitati su Autobiografie professionali nel settore dell’inclusione

Cresce l’interesse delle Università per i disability manager

Commenti disabilitati su Cresce l’interesse delle Università per i disability manager

Franco Lepore disability manager della Città di Torino

Commenti disabilitati su Franco Lepore disability manager della Città di Torino

Caregiver = badante? Non proprio!

Commenti disabilitati su Caregiver = badante? Non proprio!

Per migliorare la vita delle persone stomizzate in Toscana

Commenti disabilitati su Per migliorare la vita delle persone stomizzate in Toscana

Il CoorDown rinvia la propria campagna, ma non il proprio impegno per i diritti

Commenti disabilitati su Il CoorDown rinvia la propria campagna, ma non il proprio impegno per i diritti

Per diffondere capillarmente le informazioni sull’inclusione scolastica

Commenti disabilitati su Per diffondere capillarmente le informazioni sull’inclusione scolastica

I Centri Clinici NEMO: un patrimonio da difendere

Commenti disabilitati su I Centri Clinici NEMO: un patrimonio da difendere

Ernst Lossa: storia di un quattordicenne ritenuto “indegno di vivere”

Commenti disabilitati su Ernst Lossa: storia di un quattordicenne ritenuto “indegno di vivere”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti