Alluvione 2020, Bitti apre i suoi musei per ricambiare gli aiuti ricevuti

Il tragico evento dello scorso novembre, nel quale perirono tre persone e si contarono oltre 110 milioni di euro di danni, ha spinto il Comune barbaricino ad un simbolico gesto di riconoscenza: dall’1 al 30 giugno ingresso gratuito al Museo della civiltà contadina e pastorale, al Museo multimediale del Canto a tenore, al sito archeologico di Romanzesu e a Bittirex, il parco dei dinosauri. E si pensa al rimboschimento

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Società – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti