Una “patrimoniale fiduciaria” per aiutare chi ora è ai margini

L’idea di Claudio Arestivo, titolare del ristorante multietnico e spazio di co-working Moltivolti a Palermo: “All’interno del nostro ristorante verrà proposto ai clienti di comunicare, su base volontaria al momento di pagare il conto, se fanno parte di quelli che possono dare una mano o di quelli che una mano la necessitano. Su tale dichiarazione di fiducia, attraverso uno strumento apposto alla cassa, si deciderà insieme se applicare una maggiorazione del conto (+20%), se lasciarlo invariato o se scontarlo (-20%)”

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Società – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti