Pensare al futuro degli educatori professionali

Vecchie e nuove tensioni accendono il mondo degli educatori professionali. Serve uno sforzo per uscire dall’impasse e dalla impotenza della situazione. Anche perché il “Piano Colao” rende evidente il grande lavoro che ci attende. «Tentando una operazione che spesso il nostro lavoro ci porta a fare in presenza di conflitti irriducibili, mi sfilo dalla disputa e provo a gettare lo sguardo avanti. Ecco cosa vedo»

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Cooperative sociali – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Vita.it - Ultim'ora - News Feed

Related Posts

L’alunno positivo non può collegarsi alle lezioni in DaD

Commenti disabilitati su L’alunno positivo non può collegarsi alle lezioni in DaD

Il Papa e l’aborto, fuori dallo schema

Commenti disabilitati su Il Papa e l’aborto, fuori dallo schema

Orlando: «Il Terzo settore è la forza del nostro Paese, confrontarci sul Recovery è una priorità»

Commenti disabilitati su Orlando: «Il Terzo settore è la forza del nostro Paese, confrontarci sul Recovery è una priorità»

Liliana Segre porta in scena “Giobbe”

Commenti disabilitati su Liliana Segre porta in scena “Giobbe”

Pam: con 2,5 dollari al mese si salva una vita in Sud Africa

Commenti disabilitati su Pam: con 2,5 dollari al mese si salva una vita in Sud Africa

Case-famiglia, servono più investimenti sulla prevenzione

Commenti disabilitati su Case-famiglia, servono più investimenti sulla prevenzione

Prima i ragazzi: da dimenticati a protagonisti della ripartenza

Commenti disabilitati su Prima i ragazzi: da dimenticati a protagonisti della ripartenza

“Napoli può”, dal sociale le proposte alla città

Commenti disabilitati su “Napoli può”, dal sociale le proposte alla città

Mettere di più dove c’è meno: l’Istat individuerà le aree a maggior povertà educativa

Commenti disabilitati su Mettere di più dove c’è meno: l’Istat individuerà le aree a maggior povertà educativa

Restare a casa non è sufficiente. Alla base servono fiducia e collaborazione

Commenti disabilitati su Restare a casa non è sufficiente. Alla base servono fiducia e collaborazione

Mi chiamo Giulia e oggi sono morta

Commenti disabilitati su Mi chiamo Giulia e oggi sono morta

Vivere ai margini: l’utopia concreta delle aree interne

Commenti disabilitati su Vivere ai margini: l’utopia concreta delle aree interne

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti