Abbiamo reso 600mila persone invisibili, ora è tempo di toglierli quella maschera

«È difficile accettare la regolarizzazione perché è difficile accettare che esista l’altro, lo capisco. Ma il principio è semplicemente quello di dare diritti a persone che esistono, sono qui accanto a noi e che non possiamo continuare a fingere di non vedere. È tempo di togliere loro la maschera dell’invisibilità. Non è questione di regolarizzare per paura che il contagio si diffonda incontrollato, ma di tutelare queste persone come tutte le altre. Quelli che ieri erano gli ultimi oggi sono diventati, se possibile, meno degli ultimi»: parla Maria Concetta Storaci, consigliere del CNOAS con delega all’immigrazione

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Welfare – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti