L’educatore professionale prima e dopo il Coronavirus

Se è vero che il lavoro educativo è, per sua natura, pronto ad accogliere l’imprevisto, i cambi di rotta, l’incertezza, è altrettanto vero che di fronte al vacillare di quasi tutti i paradigmi relazionali noti occorre un pensiero nuovo ed originale. Occorrerà immettere una nuova consapevolezza ed informare di questa un sistema di Welfare che ha la necessità di un profondo rinnovamento

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Welfare – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti