Figli di detenuti, le visite in carcere non contano come assenze

Fino ad oggi un ragazzo con un genitore in carcere era messo dinanzi a una scelta obbligata: far visita al genitore significava essere segnato assente a scuola. Ora una circolare del MIUR riconosce la possibilità alle scuole di considerare quelle assenze come deroghe giustificate rispetto alla frequenza obbligata per non perdere l’anno

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Società – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Vita.it - Ultim'ora - News Feed

Related Posts

Bando Adolescenza: 86 progetti approvati, per quasi 74 milioni

Commenti disabilitati su Bando Adolescenza: 86 progetti approvati, per quasi 74 milioni

Fede e psicoanalisi

Commenti disabilitati su Fede e psicoanalisi

Il secondo welfare cresce ma servono nuove alleanze

Commenti disabilitati su Il secondo welfare cresce ma servono nuove alleanze

Essere belle con un tumore: primo corso universitario sull’estetica oncologica

Commenti disabilitati su Essere belle con un tumore: primo corso universitario sull’estetica oncologica

Dorfles, dalla psichiatria all’arte

Commenti disabilitati su Dorfles, dalla psichiatria all’arte

La Calabria rischia di perdere l’eccellenza mondiale per l’Alzheimer

Commenti disabilitati su La Calabria rischia di perdere l’eccellenza mondiale per l’Alzheimer

John Luke Paradero, alfiere della Repubblica a 17 anni

Commenti disabilitati su John Luke Paradero, alfiere della Repubblica a 17 anni

Alberto Fontana: le mie quattro sfide per la disabilità

Commenti disabilitati su Alberto Fontana: le mie quattro sfide per la disabilità

Assistenti sociali, professionisti “al fronte”

Commenti disabilitati su Assistenti sociali, professionisti “al fronte”

L’immagine umanitaria come opportunità etica

Commenti disabilitati su L’immagine umanitaria come opportunità etica

La nuova composizione della Commissione Adozioni Internazionali

Commenti disabilitati su La nuova composizione della Commissione Adozioni Internazionali

Guzzetti: «Le storie belle hanno un lieto fine, ma non hanno una fine. Semplicemente ne cominciano altre»

Commenti disabilitati su Guzzetti: «Le storie belle hanno un lieto fine, ma non hanno una fine. Semplicemente ne cominciano altre»

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti