Cambogia: lo scandalo adozioni tocca anche l’Italia

Neang Yun è una donna cambogiana: quattro dei suoi sei figli sono stati adottati in Italia fra il 2008 e il 2009, con moltissimi punti oscuri sull’abbandono effettivo dei minori. L’organizzazione cambogiana Licadho ha raccolto la sua denuncia, insieme a quella di altre donne. La direttrice presto in Italia

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Società – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Vita.it - Ultim'ora - News Feed

Related Posts

Qui ci vuole un community index

Commenti disabilitati su Qui ci vuole un community index

La badante giusta? La trova l’Ape Domestica

Commenti disabilitati su La badante giusta? La trova l’Ape Domestica

Tutto esaurito all’incontro Intelligenza artificiale vs. Intelligenza naturale

Commenti disabilitati su Tutto esaurito all’incontro Intelligenza artificiale vs. Intelligenza naturale

Il boom del Terzo settore nel Sud a 5 Stelle

Commenti disabilitati su Il boom del Terzo settore nel Sud a 5 Stelle

Bobba: due proposte per dare ossigeno al Terzo settore

Commenti disabilitati su Bobba: due proposte per dare ossigeno al Terzo settore

Commissione Adozioni, il vicepresidente sarà Vincenzo Starita

Commenti disabilitati su Commissione Adozioni, il vicepresidente sarà Vincenzo Starita

Il complicato accesso al Rem

Commenti disabilitati su Il complicato accesso al Rem

Rette alte e nidi vuoti? Adesso ci sono 700 milioni di euro

Commenti disabilitati su Rette alte e nidi vuoti? Adesso ci sono 700 milioni di euro

Se la politica fosse…

Commenti disabilitati su Se la politica fosse…

Una Fondazione contro la fuga dei cervelli

Commenti disabilitati su Una Fondazione contro la fuga dei cervelli

Adozioni trasparenti, online il portale per tracciare l’iter

Commenti disabilitati su Adozioni trasparenti, online il portale per tracciare l’iter

Ragazzi adottati: 7 su 10 sono sistematicamente bullizzati

Commenti disabilitati su Ragazzi adottati: 7 su 10 sono sistematicamente bullizzati

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti