La fragilità di “Pietra” entra in carcere

Francesco Cicchi, fondatore e presidente della Cooperativa Sociale Ama Aquilone, ha voluto incontrare le persone detenute nella casa circondariale di Ascoli Piceno per dialogare attorno al suo libro “Pietra. L’anima e l’infinito da abitare”. Ha raccontato queste storie di fragilità «per aiutarci a capire chi siamo. Il diritto alla dignità umana va riaffermato con coraggio»

Leggi Tutto

Fonte Vita.it – Sezione Società – News Feed

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti